Approfondimenti | 05 Novembre 2018 | Autore: Approfondimento tecnico in collaborazione con Autodata

Quattro guasti su quattro auto: ecco come risolverli

Grazie alle schede tecniche di Autodata scopriamo come risolvere delle difettosità comuni su modelli di veicoli piuttosto diffusi che potrebbero arrivare in officina.


 

Caso 1: Opel Corsa-D

Vibrazioni del volante, dei sedili anteriori e del complessivo pedali a 2700 giri/min.
Un automobilista proprietario di una Opel Corsa-D 1,2 del 2008 ha segnalato che a 2.700 giri/min. il veicolo presenta vibrazioni del volante, dei sedili anteriori e del complessivo pedali. Dopo aver sentito le vibrazioni durante la prova su strada, controllato i cuscinetti delle ruote anteriori e spostato i pneumatici dall’asse anteriore a quello posteriore e viceversa, non si è riusciti a dentificare il guasto. Potrebbero esserci altre aree del veicolo da controllare?



 
Cosa fare? La soluzione
Questo inconveniente interessa i modelli Opel Corsa-D con codici motore Z10XEP/Z12XEP, ed è dovuto all’assenza del peso stabilizzatore sul semiasse destro. Per risolvere il problema bisogna per prima cosa montare il peso stabilizzatore sul semiasse destro a 340±2 mm dalla guaina del giunto esterno del semiasse destro (fig.1.1). Serrare poi le viti del peso stabilizzatore alla corretta coppia di 10 Nm ed eseguire una prova su strada per assicurarsi che le vibrazioni siano state eliminate.
 

Caso 2: Volkswagen Passat CC

Funzionamento intermittente del tergicristallo
È stata portata in officina una Volkswagen Passat CC del 2009, il cui proprietario ha segnalato un funzionamento intermittente del tergicristallo. Il tergicristallo però funziona correttamente nelle prove effettuate in officina. Come procedere?



 
Cosa fare? La soluzione
L’inconveniente descritto è stato segnalato da altri proprietari di veicoli Passat CC ed è dovuto a un collegamento a massa scadente del motorino tergicristallo. È inoltre possibile che la linea dati CAN bus nel cablaggio del motorino tergicristallo sia danneggiata e causi un circuito aperto.
Per prima cosa localizzare e controllare le condizioni del punto di massa nella camera di accumulo (fig.1), poi pulire/serrare il punto di massa, e controllare se il cablaggio del motorino tergicristallo è danneggiato e ripararlo se necessario.
 
 

Caso 3: Volvo V70

Spia di segnalazione avaria motore illuminata e calo di potenza
È arrivata in officina una Volvo V70 2,0 diesel 2010 che presenta un calo di potenza con illuminazione della spia di segnalazione avaria motore. Il cliente, inoltre, ha segnalato una rumorosità tipo sibilo in fase di accelerazione. Nel vano motore non sono visibili tubazioni allentate o scollegate.



 
Cosa fare? La soluzione
L’inconveniente descritto interessa i modelli V70 con motore diesel 2,0 ed è causato dall’allentamento del flessibile di uscita intercooler del turbocompressore. Per prima cosa, controllare il montaggio e le condizioni del flessibile di uscita intercooler del turbocompressore. Se il flessibile di uscita è allentato, scollegarlo e pulire accuratamente le superfici di accoppiamento. Applicare successivamente un nastro adesivo in butile con lunghezza di 150 mm sull’uscita intercooler del turbocompressore come illustrato nella fig 1.1. Rimontare il flessibile di uscita utilizzando un morsetto flessibile nuovo. Questo intervento dovrebbe risolvere l'inconveniente.
 
 

Caso 4: Audi A6

Rumorosità tipo scricchiolio quando si preme o si rilascia il pedale della frizione
Il proprietario di una Audi A6 del 2010 ha segnalato la presenza di una rumorosità quando si aziona il pedale della frizione. Dopo aver lubrificato il pedale, la rumorosità persiste. Come procedere?


 
Cosa fare? La soluzione
L'inconveniente e la rumorosità citata interessa i modelli Audi A6 ed è dovuto alla costruzione insoddisfacente del cilindro principale frizione. Innanzitutto occorre montare un cilindro principale frizione di nuovo tipo. Applicare poi un sottile strato di grasso (codice ricambio Audi G 052 778 A2) nell'area indicata (fig.1.1). Infine, azionare il pedale della frizione per assicurarsi che la rumorosità tipo scricchiolio sia stata eliminata.

Photogallery

Tags: Autodata

Leggi anche