Approfondimenti | 02 Maggio 2019 | Autore: Approfonfimento tecnico in collaborazione con febi bilstein

febi: supporti su cui contare (2a parte)

Proseguiamo questo nostro viaggio allo scoperta delle caratteristiche della gamma di supporti a marchio febi bilstein.
 

Per capire le differenze fra un prodotto e l’altro serve non solo un’esperienza specifica, maturata sul campo, ma anche conoscere l’azienda che i prodotti li realizza, capirne la serietà professionale e le risorse che può rendere disponibili.

Per questo, parlando di febi bilstein, riteniamo possa essere importante ricordare che si tratta di un produttore, che da generazioni si occupa di lavorare i metalli e può essere considerato un vero pioniere nella progettazione e realizzazione di ricambi destinati al mondo automotive.

Tra le tante proposte a catalogo per il settore auto, troviamo i supporti in gomma-metallo, argomento che abbiamo iniziato a trattare più approfonditamente sul numero di marzo di Notiziario Motoristico (per saperne di più clicca qui). Proseguiamo ora questo viaggio nella qualità dei ricambi del produttore tedesco.
 

Qualità e gamma: un binomio perfetto

Con la sua lunga e riconosciuta esperienza nell’aftermarket indipendente - fin da quando era un settore da pionieri dell’industria automobilistica - l’azienda tedesca Ferdinand Bilstein è impegnata a fornire ricambi che soddisfano i più alti requisiti di qualità, corrispondenti e anche superiori rispetto a quelli dei prodotti originali.

Questa è la strada tracciata il secolo scorso e che febi ha seguito con grande coerenza, portando avanti con sempre maggior dedizione l’impegno nelle aree strategiche della produzione e del controllo qualità, considerati fattori determinanti per garantire al mercato una gamma altamente profilata per servire e sostenere l’aftermarket indipendente.
Se questo è vero per tutto l’assortimento febi, lo è a maggior ragione per quanto riguarda i supporti gomma-metallo, uno dei prodotti di punta dell’azienda tedesca.

febi, infatti, offre uno degli assortimenti più ampi dell’aftermarket indipendente di prodotti gomma-metallo di qualità testata OE. L'assortimento spazia da vari tipi di supporti, come i supporti ammortizzatore, le boccole braccio sospensione e le boccole barra antirollio, fino ai giunti trasmissione e ai supporti motore.

Con 9.500 ricambi e aggiornamenti continui, che prevedono l’immissione di 500 nuovi articoli ogni anno, la gamma supporti arriva a coprire fino a oltre il 95% delle applicazioni per tutte le autovetture europee e asiatiche attuali. A livello mondiale, questo significa che la gamma dei supporti trasmissione garantisce la copertura a un parco di oltre 260 milioni di autovetture, mentre quella dei supporti telaio copre oltre 350 milioni di auto.

Mettere a disposizione una gamma così ampia di componenti gomma-metallo, tutti corrispondenti ai requisiti del prodotto originale, presuppone un processo strutturato di gestione e controllo della qualità.
Chi si occupa della gestione qualità è l’unità bilstein group Engineering, centro tecnologico di riferimento, che ha il compito sia di garantire precisione rigorosa e massima sicurezza ai componenti prodotti direttamente, sia di individuare i partner di produzione più competenti e affidabili per proporre all’aftermarket indipendente un’offerta integrata e performante di elevata qualità.
 

Materie prime e processi

Oltre a rispettare rigidi standard in fase di progettazione e collaudo, tutto il processo di produzione segue procedure specifiche ed è sottoposto a un severo controllo qualità. Ma non è tutto: per essere certi che il risultato finale soddisfi appieno le esigenze del mercato, febi dedica una particolare attenzione alla scelta dei materiali.

L’impiego di materie prime di elevata qualità permette di garantire prestazioni superiori nella precisione e nella durata, con un adattamento immediato. In particolare, i materiali elastomerici selezionati corrispondono esattamente ai requisiti tecnici e ai carichi previsti per la loro specifica posizione di montaggio, e spesso li superano.

L'uso di diversi tipi di gomma determina, in base alle proprietà del materiale elastomerico, quale isolante viene utilizzato per contrastare la frequenza, il passo e l'energia prodotta da ciascun componente. Inoltre, in fase di lavorazione, viene seguito con estrema cura il processo di vulcanizzazione, per garantire ai componenti febi la massima durata e resistenza all’usura.
 

La progettazione ad hoc

Vale la pena sottolineare anche che l’essere produttore di comprovata esperienza permette a febi di avere una conoscenza approfondita dei materiali e la capacità di intervenire con migliorie di vario genere.

Se ad esempio un prodotto OE presenta una difettosità ricorrente, febi non si limita a proporre un ricambio in sostituzione, ma in fase di progettazione studia una soluzione ad hoc per eliminare o comunque limitare l’inconveniente.
 
 
Dalla gamma: giunti trasmissione (figura 4)
I giunti trasmissione vengono progettati per assorbire sollecitazioni e impatti, per ridurre inconvenienti alla trasmissione e prevenire il disallineamento angolare.
La coppia viene trasmessa attraverso strati di fibra isolante che vengono incorporate per vulcanizzazione nella gomma (tecnologia Tenpu®). In questo modo vengono efficacemente ridotti rumori, vibrazioni e rigidità della trasmissione, assicurando massimo comfort al guidatore e ai passeggeri.
Gli oltre 100 articoli in gamma permettono di avere una copertura di oltre 22.000 applicazioni di auto europee e asiatiche.
 
 
Il lato tecnico
La qualità non si improvvisa e, infatti, l’agglomerato di gomma-metallo si separa a causa di una insufficiente vulcanizzazione. Questa è l’origine di un alto numero di guasti, anche nei ricambi OE (figura 1).
Il supporto ammortizzatore febi è caratterizzato dall‘uso di materiali di altissima qualità e da un’esecuzione professionale, che superano i requisiti e le specifiche OE. (figura 2)
febi osserva sempre con occhio attento le tendenze in corso per fornire le migliori soluzioni ai propri clienti. Un esempio è l‘inserto in cotone utilizzato all‘interno delle boccole barra antirollio (figura 00), che aiuta a ridurre il rumore in fase di avviamento e di frenata.
Non tutte le case automobilistiche utilizzano questo inserto come standard, a causa dell‘aumento dei costi di produzione.

 

Photogallery

Tags: febi bilstein febi

Leggi anche

APPROFONDIMENTI | 14/03/2019febi: supporti su cui contare