Approfondimenti | 19 Giugno 2019 | Autore: Approfondimento tecnico a cura di Tekné Consulting

Centralina multifunzione Mini in tilt

La gestione elettronica delle diverse funzioni fa sì che possano capitare dei malfunzionamenti a un sistema della vettura a causa di un guasto di un componente esterno al sistema stesso. Vediamo il caso di una centralina in tilt su una Mini Club dal 2006 in poi.

 

L’elettronica ha sicuramente stravolto il mondo dell’automobile sotto tutti i punti di vista: di chi le auto le produce, di chi invece le ripara e infine di chi le compra e le guida. Proprio l’utente finale è la categoria che più di tutte le altre beneficia di queste innovazioni, che nella maggior parte dei casi si convertono in opzioni accessorie graditissime ai driver.
Finché il tutto lavora correttamente… 

Trovarsi al volante e dover rinunciare ad alcune specifiche funzioni non è mai piacevole, così come non è sempre semplice per un tecnico autoriparatore l’individuazione del guasto che ha provocato quel malfunzionamento.
Non di rado succede che un guasto a uno specifico componente si traduca nell’esclusione di diverse funzioni non direttamente legate ad esso. Almeno apparentemente.

E se questo accade a una delle centraline del comfort vettura (cioè che si occupa della gestione di componenti come ad esempio alzavetri, fari, illuminazione), il risultato potrebbe essere, come detto poco sopra, quello di avere metà vettura inutilizzabile.
 

Cosa succede sulla Mini Clubman

Su alcune Mini Clubman (versione R55, dall’anno 2006 in poi), succede proprio questo: senza nessun preavviso evidente sulla vettura vengono interrotte le alimentazioni di alcune centraline, il che si traduce nella disattivazione della sezione relativa all’infotainment, dei servizi di confort come riscaldamento e posizionamento sedili, tetto panoramico (se presenti come optional), degli alzavetri posteriori e dei tergicristalli.

L’origine del guasto è rappresentata dalla centralina JBE, o “bodycomputer modello centralina vetri elettrici posteriori, console centrale e livello liquidi motore”.
Questa unità elettronica è montata sul lato destro del vano piedi del passeggero anteriore, vicino al punto di snodo dello sportello. L’auto si presenta come se fosse stata impostata la “modalità di trasporto”, ossia quella modalità di risparmio energetico che viene normalmente utilizzata in fase di prevendita del mezzo al fine di preservare l’integrità della batteria.
 

I codici e l’origine del guasto

Se si effettua una scansione di diagnosi su tutti i nodi elettronici presenti sulla vettura, i codici guasto risultanti fanno riferimento esattamente a tale condizione:
- A6E7: protezione trasporto non rimossa;
- 00A6E7: JBE, modo trasporto attivo.
Gli errori si presentano come attivi e non sono cancellabili.

Il guasto viene generato dal danneggiamento di una delle piste interne della JBE, in corrispondenza del connettore esterno mostrato in figura 1.
La centralina in questione, oltre a gestire alcune funzionalità di confort, provvede anche a fornire alimentazione di potenza ad alcuni componenti. Ed infatti il problema elettrico si verifica nel pin numero nove del connettore indicato, in corrispondenza dell’alimentazione a 12 Volt della pompa del carburante (vedi figura 2).

Le vibrazioni del veicolo, unitamente a un difetto in fase di fabbricazione, probabilmente determinano un deterioramento e la definitiva rottura del contatto interno della centralina.
Ciò a sua volta porta ad uno “scompenso” elettronico, che attiva in maniera erronea la modalità di trasporto.
 

Risoluzione del guasto

Purtroppo il guasto non è di poco conto, in quanto la JBE deve essere sostituita con una nuova unità. La centralina viene fornita già specificamente programmata in base al numero di telaio. Dopo l’installazione della nuova JBE, si deve procedere a disattivare la modalità di trasporto.

L’operazione va effettuata utilizzando il menu generale “Funzioni Services” dello strumento di diagnosi, sotto la voce “Codifiche/Regolazioni”
Successivamente potrebbe essere necessario anche l’allineamento con il sistema elettronico della vettura della nuova JBE: in tal caso, si deve ricorrere alla strumentazione diagnostica di casa madre oppure utilizzare una sessione di diagnosi Pass Thru.

Photogallery

Tags: teknè

Leggi anche

APPROFONDIMENTI | 23/05/2019Problemi di sensori su Yaris ibrida
APPROFONDIMENTI | 06/03/2019Classe A: ventole che non si fermano