Approfondimenti | 15 Ottobre 2019 | Autore: Approfondimento tecnico a cura di Tekné Consulting

BMW E90, mancato risveglio

Può succedere che una BMW Serie 3 non parta dopo che è stata scollegata la batteria per un certo periodo di tempo; la causa può essere un difetto alla centralina CAS. Vediamo perché succede e come risolvere il problema.
 

L’elettronica e un’automobile moderna formano un binomio inscindibile e vincente sotto tutti i punti di vista: della sicurezza, delle prestazioni, dell’intrattenimento. Alle volte, però, pur se dotati di un’elevata efficienza, i sistemi elettronici possono fallire e mostrare una certa “delicatezza” nel funzionamento.
Ciò succede anche per le vetture più prestigiose, che fanno largo uso di dispositivi elettronici, come ad esempio quelle della casa tedesca Bmw, che non sono immuni da problemi apparentemente strani.
 
Guai se si stacca la batteria…
Ne è un esempio quello che accade se si scollega la batteria per un certo periodo su una Bmw Serie 3, modello E90, nella versione con motore M47 (vedi foto 1).
Il periodo di disconnessione della batteria per cui si verifica il difetto può essere variabile dalle tre ore fino ad intere giornate.
Il difetto consiste nel non poter più avviare la vettura dopo lo scollegamento dell’accumulatore per il tempo indicato, senza apparentemente che risulti nessun guasto.
 
Tutte le funzioni della centralina CAS
Il problema si genera nella centralina CAS (Car Access System), che finisce in una sorta di “stato di blocco”.
La CAS è montata sotto al cruscotto lato guida, a sinistra del volante (vedi foto 2) ed è l’unità elettronica che gestisce tutte le tipologie di accessi alla vettura.
Costituisce la centralina “master” e implementa le funzioni dei seguenti sistemi:
- immobilizzatore elettronico;
- chiusura centralizzata;
- accesso comfort (Comfort Access);
- bloccasterzo elettrico.
Nel Car Access System sono anche raggruppate le funzioni di controllo dei morsetti di distribuzione della potenza elettrica e dei telecomandi chiave (per un numero massimo di 10 unità).
Inoltre, in questa centralina vengono memorizzati i dati fondamentali della vettura, quali il numero di telaio, l’aggiornamento del contachilometri totale e i parametri per le operazioni di manutenzione.
 
Cosa succede se la centralina CAS si blocca
Dato che, come visto, uno dei compiti è quello di gestire il sistema immobilizer, lo stato di blocco sopravvenuto impedisce alla CAS di autorizzare l’avviamento del motore.
In seguito al manifestarsi del difetto, nella memoria guasti della CAS sono infatti presenti gli errori qui elencati:
- A0AA: CAS, centralina difettosa;
- A116: stato critico bloccasterzo;
- A0B1: posizione leva cambio non plausibile.
Per annullare la condizione di blocco occorre resettare il contatore di guasti, interno alla CAS, del sistema ELV (il bloccasterzo elettrico).
 
Come risolvere il problema
È possibile eseguire il reset accedendo al menù dello strumento diagnostico Codifiche – Regolazioni - Funzioni specifiche della centralina CAS (vedi foto 3).
Si consideri che le diciture del menù possono cambiare in base allo strumentazione utilizzata.
Dopo il reset, le anomalie registrate in centralina CAS passano nello stato di memorizzato e possono essere così cancellate.
 
Suggerimenti
Durante tutte le operazioni di diagnosi è fondamentale avere una batteria perfettamente carica: allo scopo si consiglia di adoperare un mantenitore di carica esterno, in maniera tale da alimentare il veicolo con una tensione stabilizzata.
 

Photogallery

Tags: teknè

Leggi anche

APPROFONDIMENTI | 19/06/2019Centralina multifunzione Mini in tilt
APPROFONDIMENTI | 23/05/2019Problemi di sensori su Yaris ibrida