Approfondimenti | 13 Novembre 2017 | Autore: approfondimento tecnico in collaborazione con Autodata

Quattro guasti su quattro auto: ecco come risolverli

Grazie alle schede tecniche di Autodata scopriamo come risolvere delle difettosità comuni su modelli di veicoli piuttosto diffuse che potrebbero arrivare in officina.

 

Cosa fare se il finestrino posteriore di una VW Polo si abbassa bruscamente? E se il motorino della ventola di raffreddamento di una Skoda Citigo si blocca? O se invece il problema è un calo di potenza di una Citroen Berlingo o una rumorosità anomala in una Audi A6?

Le schede tecniche di Autodata, fornitore di info tecniche per l’automotive, spiegano passo passo come intervenire per risolvere il problema.
 

Caso 1: il finestrino posteriore di una VW Polo

Poniamo il caso che entri in officina un cliente con una Volkswagen Polo del 2010 a 5 porte segnalando che il cristallo della portiera posteriore si abbassa bruscamente durante l'apertura.



La vettura non è al primo ingresso, ma sta tornando in officina con lo stesso problema della prima volta. In quella occasione era già stato staccato il rivestimento della portiera posteriore, verificando che il cristallo si era staccato dal meccanismo alzacristallo e si era quindi proceduto a riattaccare il cristallo al meccanismo alzacristallo.
 

Cosa fare se il cristallo si stacca più volte

Il ripetuto distacco del cristallo portiera dal meccanismo alzacristallo è un inconveniente noto. È dovuto al fatto che la boccola di riferimento cristallo è fuori posizione o difettosa.
Per risolvere il problema occorre prima smontare il rivestimento della portiera posteriore, poi il cristallo e controllare se il vetro è danneggiato e sostituirlo se necessario.
Per fare ciò si procede come segue: tagliare il nastro adesivo in strisce da 6 mm x 55 mm; avvolgere una nuova boccola di riferimento cristallo portiere  con del nastro adesivo sino a raggiungere un diametro di 13,4 mm; montare la boccola di riferimento cristallo portiera sul finestrino e bloccare la boccola di riferimento in posizione con un perno a espansione.
Rimontare infine il cristallo della portiera posteriore e il rivestimento. Ripetere la procedura per il lato opposto.
Verificare che l’intervento sia stato efficace azionando il cristallo portiera posteriore.
 
 

Caso 2: il motorino della ventola di una Skoda Citigo

Una Skoda Citigo del 2012 presenta il seguente problema: il motorino della ventola liquido di raffreddamento motore funziona ininterrottamente dopo il disinserimento dell'accensione.



Sono stati effettuati alcuni controlli di base del cablaggio, ma senza aver individuato la causa del guasto.
 

Cosa fare se il motorino della ventola non si ferma

L'inconveniente descritto interessa tutti i modelli Citigo ed è causato da un modulo difettoso del controllo motorino ventola liquido di raffreddamento motore difettoso.
Per risolvere il problema è necessario montare un nuovo modulo di controllo motorino ventola liquido di raffreddamento motore. Per completare la riparazione, la centralina di controllo motore dovrà essere riprogrammata.
 

Caso 3: calo di potenza in una Citroen Berlingo

Come comportarsi se entra in officina un cliente con una Citroën Berlingo 1,6 diesel del 2011 segnalando che il veicolo presenta un calo di potenza del motore e il regime motore non va oltre i 3.000 giri/min?
Dopo aver controllato che le tubazioni di aspirazione aria non siano crepate e aver verificato che il filtro aria non sia ostruito cosa si può fare per risolvere il problema?


 

Come risolvere il calo di potenza?

Questo inconveniente interessa i veicoli Citroën Berlingo con motore 1,6 diesel e codici motore 9HK (DV6ETED)/9HN (DV6ETED).
Si tratta di un difetto dovuto al guasto di un sensore temperatura carburante integrato nella tubazione carburante a bassa pressione.
Dopo aver localizzato la tubazione carburante a bassa pressione sul motore, occorre montare una nuova tubazione carburante a bassa pressione completa di sensore temperatura carburante.
È bene poi eseguire una prova su strada per assicurarsi che l'inconveniente sia stato risolto.
 

Caso 4: rumorosità anomala di una Audi A6?

L'Audi A6 2011 di un cliente presenta una rumorosità tipo battito proveniente dal cruscotto durante la marcia a velocità superiore a 35 km/h.
Il rumore sembra provenire dal lato destro del cruscotto, ma può essere difficile da localizzare.



 

A cosa è dovuto il rumore?

La rumorosità tipo battito descritta potrebbe essere dovuta a un gioco eccessivo tra l'aletta della staffa del cablaggio del motorino di avviamento e l'apertura sul longherone telaio.
Per risolvere il problema è necessario staccare la staffa del cablaggio del motorino di avviamento dal longherone telaio anteriore destro. A questo punto, utilizzando del nastro in tessuto, avvolgere l'aletta della staffa del cablaggio del motorino di avviamento quattro volte. Rimontare poi la staffa del cablaggio del motorino di avviamento sul longherone telaio, assicurandosi che vi sia una stretta aderenza tra l'aletta della staffa del cablaggio del motorino di avviamento e l'apertura sul longherone telaio.
Per assicurarsi che l'inconveniente sia stato eliminato è bene procedure con una prova su strada.
 

Photogallery

Tags: Autodata

Leggi anche