Articoli | 02 Novembre 2018 | Autore: Tommaso Caravani

Hella “calibra” il colpo giusto

Due eventi sul campo da golf per premiare i migliori distributori Behr Hella Service, ma anche per fare il punto sul futuro dell’azienda e delle attività.

 

Due giornate dedicate allo svago, ma che sono servite anche per presentare la nuova rotta dell’azienda tedesca alla distribuzione.
Lo scorso 19 ottobre, presso il Golf Club di Carimate (CO), e il 26 ottobre, presso il Castel Gandolfo Golf Club di Pavona (RM), Hella ha presentato a una cinquantina di distributori i risultati dell’attività di Behr Hella Service. Un appuntamento importante, anche perché, a far data dal prossimo 31 dicembre 2019, la joint-venture con Behr si concluderà per la cessione del brand a Mahle.

Un momento di chiarimento, dunque, durante il quale i manager dell’azienda hanno voluto tranquillizzare i propri interlocutori: il passaggio avverrà con il massimo supporto dell’attuale management e non ci saranno ripercussioni per il mercato.
Si conclude così la parabola di Behr Hella Service, joint-venture nata nel 2005 e che ha conosciuto parecchi successi sul mercato grazie alla sua particolare formula: un produttore, Behr, concentrato solo sul prodotto, ed Hella a occuparsi in maniera efficiente della sua commercializzazione e distribuzione.

Una scelta che si inquadra in un differente posizionamento del produttore tedesco, che dopo aver tentato varie vie a cavallo tra distribuzione e produzione, oggi dichiara di volersi concentrare solo sugli aspetti “core” dell’azienda, che per Simone Grilli, responsabile marketing e comunicazione di Hella Italia, saranno sempre più legati all’elettronica.
Elettronica che vede il produttore tedesco sempre più impegnato in primo equipaggiamento, non solo con i fari e fanali, ma anche nel crescente settore della sensoristica elettrica ed elettronica.

Per quanto riguarda il settore aftermarket, Hella si concentrerà principalmente su tre macro-aree: elettronica, illuminazione e diagnostica.
A confermare la scelta di campo, a luglio sono stati lanciati i primi 17 codici di radar in aftermarket e a breve ne seguiranno altri, cercando sempre più di abbattere il tempo che passa tra la vendita al primo equipaggiamento e il mercato aftermarket.

Photogallery

Tags: behr hella service Hella

Leggi anche