Articoli | 23 Novembre 2018 | Autore: Cristina Palumbo

​Autopromotec: le novità iniziano dalla sede

22-26 maggio 2019: Autopromotec si prepara alla nuova edizione con numerose novità, a partire dal tanto atteso ampliamento dello spazio espositivo.
 

Giunta alla 28° edizione, Autopromotec ha continuato a crescere negli anni, attirando un numero sempre maggiore di visitatori, ma anche di espositori, che spesso dovevano mettersi in lista d’attesa per riuscire ad avere uno spazio espositivo ricavato all’interno di un quartiere fieristico sempre più pieno.

È con grande soddisfazione, perciò, che Autopromotec si presenta alla prossima edizione con un rinnovato spazio espositivo e nuovi padiglioni: 4.000 mq in più, che permetteranno una ridistribuzione degli spazi, con la possibilità di poter ospitare un maggior numero di espositori.

Le nuove strutture sono state progettate secondo gli standard dell’architettura moderna e offrono degli spazi particolarmente luminosi grazie alle ampie vetrate che rendono fruibili anche gli spazi di collegamento tra un padiglione e l’altro (la cosiddetta Mall, ad esempio, che in occasione della manifestazione dedicata alla ceramica è stata trasformata in un “giardino di inverno”).
 

La fiera si rinnova

Autopromotec è un momento importante di incontro e confronto, percepito dagli operatori del settore come una manifestazione dove è davvero possibile aggiornarsi sui cambiamenti in atto e le tendenze di tutto il mondo dell’aftermarket.

Per questo gli organizzatori della fiera cercano di volta in volta di rinnovarsi e offrire ai visitatori nuovi spunti e stimoli. In particolare, pensando agli orientamenti della mobilità del futuro, dove la realtà “smart” e connessa avrà un impatto significativo sulle attività di riparazione, Autopromotec si configura sempre più come l’occasione per vedere da vicino il futuro del mondo dell’assistenza ai veicoli.

La stessa nuova immagine creata per la pubblicità evidenzia il filo conduttore dell’innovazione tecnologica e lascia intravvedere un futuro sempre più vicino.
In quest’ottica, il programma AutopromotecEDU, con la partecipazione di esperti del settore IAM e i numerosi momenti di dibattito e workshops (la scorsa edizione, ad esempio, erano stati organizzati 20 convegni con oltre 100 speakers), diventa un momento di aggiornamento fondamentale per visitatori ed espositori.
 

Nuovi padiglioni a BolognaFiere

Il rinnovamento, nel 2019, inizia già dalla superficie espositiva. Saranno 162.000, infatti, i metri quadrati a disposizione di Autopromotec per ospitare circa 580 categorie di prodotto.
Non solo aumenta la superficie, ma ci sono anche nuovi padiglioni (già inaugurati in occasione di un’altra importante manifestazione dedicata al settore delle ceramiche).

L’edizione 2019 di Autopromotec avrà dunque a disposizione un’area completamente rinnovata, che si articolerà nei padiglioni 28, 29 e 30, che hanno inglobato le aree esterne circostanti e creato una location ideale anche per gli incontri con i buyer esteri.
Nella riorganizzazione della planimetria, le attrezzature conquistano nuovi spazi: in particolare il 30 sarà completamente dedicato alla diagnostica, con uno spazio espositivo quasi raddoppiato rispetto all’edizione 2017.

Nuovi spazi anche per il settore della carrozzeria, che oltre al padiglione 26 (come nell’edizione precedente), avrà a disposizione il 29, a sua volta ingrandito e capace di ospitare più aziende.
Questa nuova collocazione e gli spazi dedicati alle attrezzature destinate alle carrozzerie sono il segnale dell’importanza crescente di questo settore nelle attività di riparazione.
Non dimentichiamoci infatti che l’elettronica di bordo, sempre più presente nelle vetture moderne, non significa solo autodiagnosi, ma anche tante soluzioni di assistenza alla guida che in caso di riparazione vanno ricalibrate: un’operazione che richiede una nuova professionalità e che i carrozzieri per primi dovranno affrontare.

Il padiglione 29, sarà poi anche la sede di un’area dedicata agli incontri B2match con i buyers esteri nella zona chiamata Mall; incontri che nel 2017 erano stati organizzati presso il Centro Servizi.
Fra le novità anche il nuovissimo padiglione 28, che sarà totalmente dedicato ai lubrificanti: un prodotto assimilabile ai ricambi, vista la forte specializzazione che lo connota, e che troverà spazio anche in una parte dell'area Mall del 29 data la forte presenza di aziende del comparto.

La ricollocazione degli spazi comprende tutto ciò che riguarda il sollevamento, così come le attrezzature per le officine e i gommisti, che beneficeranno di una superficie ampliata occupando i padiglioni adiacenti: 14,19 e una parte del 22.

Come nell’edizione precedente, nei padiglioni 15, 20 e 22 ospiteranno produttori e rivenditori di pneumatici e cerchi; pneumatici nuovi, ricostruiti e relativi accessori e servizi.
Sempre in linea con l'edizione 2017 di Autopromotec, infine, i padiglioni 16, 18 e 21 continueranno a essere il punto di riferimento per ricambi, componenti e car service; il padiglione 36 continuerà a ospitare utensili, compressori e attrezzature polifunzionali, così come il padiglione 25 sarà sempre dedicato alle attrezzature e ai prodotti per le stazioni di servizio, gli autolavaggi e il car care.
 

Gli obiettivi dei visitatori

Oltre il 90% dei professionisti in visita ad Autopromotec si è dichiarato da mediamente a molto soddisfatto della visita. Il 76% dichiara di recarsi in fiera per vedere nuovi prodotti e innovazioni: un risultato importante per una manifestazione che si pone come punto di riferimento per tracciare la via verso il futuro dell’aftermarket.
(Fonte: GRS Explori – indagine sulla soddisfazione di espositori e visitatori durante l’edizione 2017 di Autopromotec).

Photogallery

Tags: autopromotec autopromotec 2019

Leggi anche