Articoli | 10 Gennaio 2019 | Autore: Alessandro Margiacchi

Berner: il futuro è il servizio

In un incontro con la stampa di settore, Berner ci racconta le sue ultime novità in termini di gamma e la sua nuova strategia focalizzata su omnicanalità e sul passaggio da concetto di prodotto a quello di servizio.

 

Il museo Nicolis di Verona ha fatto da cornice all’ultima conferenza stampa organizzata da Berner: un momento perfetto per presentare il nuovo AD, Marco Baroni, per illustrare le strategie che l’azienda ha intenzione di mettere in atto nel prossimo futuro, ma soprattutto per parlare di digitalizzazione e della necessità di affiancare al prodotto un servizio all’altezza e di qualità.

Ad alternarsi sul palco, oltre a Marco Baroni, il management dell’azienda: Luca Porrini, direttore commerciale della divisione autotrazione e Giuseppe Massarotto, customer solution manager. Presente anche Paolo Pollio, titolare di Carfin e storico cliente di Berner.

Berner in Italia: numeri e traguardi

In Berner dalla scorsa estate, Marco Baroni ha focalizzato il suo intervento sullo stato odierno del mercato, sempre più orientato alla digitalizzazione, e ai traguardi raggiunti da Berner in Italia: 200 dipendenti, 50.000 clienti attivi, più di 15.000 referenze e un turnover, che nel primo semestre 2018 ha raggiunto la quota di oltre 39 milioni di euro (+6,8%).

Con lo scopo di portare in Berner la sua esperienza articolata e un approccio al mercato orientato alla crescita, Marco Baroni ha dichiarato: “Il mercato della riparazione sta vivendo un’epoca di grande trasformazione, perciò è importante aver bene a mente la propria strategia e trasferire in toto ai clienti i nostri valori. L’obiettivo di Berner, infatti, è sia quello di creare un’offerta ad hoc per le officine, permettendo loro di scegliere le modalità con cui soddisfare i loro bisogni, sia di essere tra i leader nel settore dei prodotti chimici. Berner da oltre 60 anni è sinonimo di affidabilità, non vuole essere un semplice partner, ma un fornitore di prodotti e servizi di alta qualità”.

Le strategie per il futuro

A svelarci, invece, i driver di sviluppo, le strategie di Berner e i trend per il futuro è stato Luca Porrini (in Berner da più di 25 anni). Il suo discorso, infatti, si è focalizzato sulla rivoluzione digitale che sta influenzando la mobilità, sulla diminuzione delle officine in Italia, sul ruolo sempre più predominante delle nuove tecnologie e sui trend del futuro: auto condivisa, connessa, elettrica e a guida autonoma.

Tutti fenomeni che coinvolgeranno direttamente l’intera filiera riparativa, compreso l’automobilista: “Oggi arriva in officina un privato diverso, più preparato e che si informa grazie al web sugli attori e sulle alternative che gli offre il mercato. In un mondo sempre più digitale, quindi, Berner ha deciso di adottare una strategia di vendita omnicanale che consente di effettuare ordini e acquisti 24 ore su 24, scegliendo tra: e-commerce, inside sales e vendita diretta. Insomma, vogliamo offrire ai nostri clienti un prodotto, un servizio e una consulenza ad hoc grazie a una rete vendita competente sparsa su tutto il territorio nazionale”, ha dichiarato Luca Porrini.
 

Bera Modul: molto più di un semplice scaffale

In un mercato che richiede una specializzazione sempre più spiccata e servizi sempre più rapidi ed efficienti, Berner ha intenzione di trasformare la sua forza vendita e i suoi prodotti, aggiungendo elementi innovativi e sfruttando tecnologie sofisticate.

È il caso per esempio di Bera Modul: servizio di Berner che semplifica e ottimizza l’approvigionamento di materiali e attrezzature per gli operatori del settore.
In dettaglio, si tratta di un sistema di scaffalatura ideale per stoccare bulloneria, soluzioni di chimica tecnica, ricambi e prodotti di consumo firmati Berner. Giuseppe Massarotto, dunque, ha spiegato i vantaggi di questo scaffale che permette di: ottimizzare il processo di ordering, semplificare la gestione delle scorte, creare un ambiente di lavoro ordinato ed efficiente, consentire un rapido approvigionamento sui ripiani e aumentare l’efficienza nella gestione amministrativa di ordini e fatture. Segnaliamo, infine, che con Berner App e Berner Scanner (due sistemi Berner ideali per l’ottimizzazione delle operazioni di controllo e rifornimento) il riordino dei materiali e la gestione dello stock sono efficienti e automatizzati.
 

Nuove lampade a LED

Berner ha recentemente presentato la versione rinnovata dei modelli Pocket Delux Wireless e X-Lux Wireless. Si tratta di lampade ricaricabili anche in assenza di prese di corrente e che consentono maggiore libertà di movimento sul posto di lavoro, grazie all’assenza di cavi elettrici. Dotata di potenti magneti, la base può essere posta anche in posizione verticale con la possibilità di direzionare il fascio di luce anche durante la fase di ricarica, senza interrompere il lavoro.

Segnaliamo, infine, che entrambe hanno una durata che va dalle due alle otto ore, sono caratterizzate da un involucro perfettamente stagno contro acqua, oli e polvere e che sono dotate di un COB LED di ultima generazione.

Photogallery

Tags: lampade da lavoro Berner

Leggi anche