Articoli | 11 Marzo 2019 | Autore: testo a cura dell'azienda

Ac Rolcar: nuovi sviluppi e accordi internazionali

Da oltre 30 anni opera nel settore del primo equipaggiamento e dell’aftermarket nella produzione di alzacristalli: vediamo le ultime novità che riguardano il gruppo AC Rolcar.
 

Sono passati 33 anni da quando Ermando Castiglioni, in società con il produttore di componentistica per il primo equipaggiamento Roltra Morse S.p.A., ha posto la prima pietra su cui oggi poggia il gruppo Ac Rolcar. Anni che hanno portato a uno sviluppo e a una crescita importante, tanto in Italia quanto all’estero.
 

I numeri di Ac Rolcar

Più di cinquemila articoli, di cui tremila alzacristalli in gamma, cinquanta marchi di costruttori auto, seimila metri quadri di superficie logistica, settemilacinquecento di superficie produttiva, quaranta nazioni nelle quali ha inciso il proprio marchio: questi sono solo alcuni dei numeri di quella che, nel corso degli anni, è divenuta un’impresa di punta nella produzione e distribuzione di alzacristalli.

Gli investimenti mirati nel magazzino, qualità certificata e l’utilizzo della tecnologia più avanzata (tra le ultime innovazioni, l’introduzione di nuovissime centraline di gestione alzacristalli capaci di dialogare con il protocollo LIN, introdotto negli ultimi anni sulle vetture) hanno fatto sì che la crescita si palesasse virtuosa e costante nel tempo consentendo al Gruppo di non porsi limiti.
 

Nuovi siti produttivi

È già trascorso un anno da quando l’azienda, dopo anni di proficua collaborazione, ha deciso di rafforzare la propria posizione e confermarsi protagonista di primo piano sul mercato nazionale e internazionale attraverso l’acquisizione del 100% di Flexso, in provincia di Genova. Una realtà produttiva dotata di macchine a controllo numerico, sistemi robotizzati, attrezzature specifiche di saldatura e di assemblaggio, banchi automatizzati.

Oggi, Ac Rolcar è presente più che mai sul territorio grazie allo stabilimento produttivo di Cicagna (GE).
Una tra le mosse imprenditoriali più vincenti della storia dell’impresa piemontese è la costituzione dell’unità produttiva in Cina. Ac Rolcar, infatti, ha preferito non acquistare prodotti in Oriente, ma realizzarli direttamente: è nato così lo stabilimento Ac Rolcar in Cina, un’azienda moderna di proprietà al 100% di Ac Rolcar. 

La scelta di fondare un impianto completamente straniero ha permesso l'aumento della capacità produttiva, l'ampliamento della sede logistica in Italia, con il conseguente incremento degli investimenti sulle strutture e l'ottimizzazione delle risorse.
La competitività sui mercati ha avuto un impatto fortissimo su tutta l’impresa portando anche ad un aumento delle maestranze italiane.
 
Gli stabilimenti possono vantare materie prime, sistemi di montaggio e collaudo certificati al 100%, e insieme raggiungono una capacità produttiva totale fino a ottocentomila riferimenti all’anno, con caratteristiche di assoluta eccellenza e perfetta aderenza alle prestazioni e alla qualità di un alzacristallo originale.

Le novità

Il Gruppo Castiglioni intende rafforzare la propria posizione sul mercato e punta a nuovi sviluppi per alzare ulteriormente l’asticella degli obiettivi Ac Rolcar. A tal proposito sono stati siglati nuovi accordi internazionali con i gruppi Temot International, Groupauto Mexico e Groupauto America Latina.

Tra le ultime novità proposte al mercato segnaliamo infine il catalogo in prossima uscita con i nuovi prodotti e la nuova codifica #OR.

Photogallery

Tags: alzacristalli acrolcar

Leggi anche