Articoli | 21 Marzo 2019 | Autore: Raffaella Tosoni

​Mobiletron, Combi TPMS: un sensore a doppia frequenza

È sul mercato la nuova generazione di sensori pressione gomme sviluppata da Mobiletron: ecco nel dettaglio le caratteristiche che li contraddistinguono.

 

I sensori o valvole TPMS sono dotazioni obbligatorie di sicurezza e sul mercato sono disponibili diversi modelli, sia del tipo già programmato, sia di quello universale. Oggi, grazie alla società britannica Mobiletron UK, autoriparatori e gommisti hanno a disposizione un nuovo prodotto per la sostituzione: la gamma di sensori Combi TPMS destinata all’aftermarket.

Si tratta di sensori universali, programmabili in modalità wireless e utilizzabili sia per applicazioni sul mercato europeo (frequenza 433 MHz) sia americano e asiatico (frequenza 315 MHz).
 

Un sensore di nuova generazione

Combi è dunque un sensore a doppia frequenza di nuova generazione, che presenta funzioni innovative e aggiornate, disponibile nella versione clamp-in (metallo) e snap-in (gomma).

Questi nuovi sensori rappresentano l’evoluzione del modello More di Mobiletron e possono essere utilizzati per tutte le applicazioni partendo dai precedenti sensori universali del marchio britannico, arrivando a coprire oltre il 96% dei veicoli abilitati TPMS, inclusi i nuovi modelli di veicolo lanciati nel 2018.

Inoltre, Combi è stato pensato per essere utilizzato anche in un’ottica futura. Infatti, il sensore è provvisto di un chip di memoria integrato per archiviare protocolli più completi e autonomi; il che significa anche aggiunte praticamente infinite di protocolli per il futuro in vista dell'arrivo di nuovi articoli e sensori sul mercato.
 

Programmarlo è facile e sicuro

Il sensore Combi TPMS può essere programmato impiegando sia il tester Mobiletron PT46 sia lo strumento ATEQ VT56.

Parlando di programmazione, una caratteristica fondamentale di questi prodotti è il controllo della convalida nel software di programmazione. In altre parole, una volta che il sensore è stato programmato in modalità wireless, viene controllato per garantire che la sua programmazione sia avvenuta correttamente.
Nei sensori Combi di nuova generazione trova impiego l'innovativo chip NXP, che comprende alcune caratteristiche essenziali, come ad esempio il rilevamento dell'angolo che domina tra le applicazioni dei nuovi veicoli.

Anche la funzionalità di posizionamento automatico per WAL (Wireless Auto Location) è stata aggiornata, consentendo l'ottimizzazione del processo di auto-riapprendimento sui veicoli.
Il sensore è stato progettato per la compatibilità ottimale con ruote OE e aftermarket, con un design bicomponente che permette la sostituzione indipendente dello stelo valvola.

Daniel Jackson, technical engineer di Mobiltron UK, dichiara: "Il nuovo sensore Combi è la quintessenza dell'impegno profuso da Mobiletron nell'offrire una tecnologia di sensori programmabili all'avanguardia. Il nuovo sensore Combi riunisce le migliori caratteristiche dei nostri sensori universali nella nostra gamma attuale con alcuni tra i più recenti progressi in materia di tecnologia TPMS. Sarà un grande piacere condividere i vantaggi di queste caratteristiche innovative con i nostri clienti."

Photogallery

Tags: TPMS sensori mobiletron

Leggi anche