Articoli | 01 Maggio 2019 | Autore: Giacomo Macrì

La mobilità sostenibile del futuro: CO.RA. c’è

Una proposta che si affianca ai mezzi di trasporto tradizionali e che vedremo sempre più spesso circolare sulle nostre strade: cicli e monopattini elettrici. Una proposta in cui CO.RA. crede e per questo lancia sul mercato una gamma di prodotti con i marchi Fiat, Jeep e Maserati.

Autopromotec 2019: padiglione 16, stand A74.
 

La mobilità sostenibile, quella del futuro, potrà contare su nuove soluzioni per il trasporto pubblico e privato “eco-friendly”, come l’auto elettrica, i veicoli pubblici elettrici, i taxi elettrici, ma da ultimo, e non per importanza, potrà contare su tutta una serie di mezzi come la bicicletta a pedalata assistita, gli scooter elettrici e i monopattini da città.

Tanto sono le aziende che si stanno affacciando a questo mercato, ma non tutte possono vantare un’esperienza e un assortimento così vario come quello scelto da CO.RA. per lanciare sul mercato la sua nuova proposta di soluzioni per la mobilità elettrica.

Vale la pena approfondire l’argomento, non solo perché è di interesse generale, ma perché in taluni casi ci sono attività che iniziano a prendere in considerazione questi mezzi come alternativa alla classica auto di cortesia, piuttosto che inserirla in una formula di mobilità condivisa, affiancandole al car sharing, con tutto ciò che ne consegue in termini di manutenzione.
 

e-bike: sfatiamo un mito

Innanzitutto è bene fare chiarezza sulle biciclette a pedalata assistita. Anche se in molti non lo credono, la e-bike è una bicicletta per tutti, ha un motore, ma chi già pensa a una somiglianza con uno classico scooter a combustibile, meglio si ricreda. Sfatiamo quindi un mito fin da subito: anche a motore attivo, con una e-bike bisogna pedalare, tanto che l’assistenza alle gambe dura solo fino al raggiungimento di 25 chilometri orari, velocità oltre la quale si presume che si stia pedalando in pianura o in discesa.

La differenza rispetto a una bici tradizionale, quindi, è l’aiuto che il motore dà al ciclista quando deve affrontare tragitti più lunghi o tratti in salita.
 

Tutti i vantaggi della e-bike

Se l’uso e la vendita della bicicletta tradizionale è in crescita, tornata ultimamente in auge perché è aumentata la sensibilità delle persone verso l’ambiente, non manca una considerazione importante nei confronti dei costi e la loro sostenibilità: il pedalare, anche se in modalità assistita, costa meno del rifornimento di carburante e la e-bike per i brevi spostamenti potrebbe diventare il mezzo del futuro.

Alcuni studi dimostrano, infatti, che entro i 4 km in città, la soluzione di trasporto più vantaggiosa in termini di tempo impiegato e in costi sia la bicicletta.
Proprio per questo il mercato è in crescita anno dopo anno, con valori a doppia cifra: nel 2017 è cresciuto il 48% rispetto al 2016 e nel 2018 di un ulteriore 22%, ma il vero boom è previsto nei prossimi tre anni e con numeri veramente da rivoluzione industriale.
 

Tante soluzioni per tutti i gusti

Per far fronte a un aumento della domanda, anche l’offerta sta facendo “pedalate” da gigante.
Oggi si possono acquistare biciclette dal telaio classico, ma anche pieghevoli, ideali per il cosiddetto “ultimo miglio” dei pendolari che usano il treno o la metro per poi arrivare in centro aprendo la loro bici o estraendo il proprio scooter da una sacca, con estrema facilità.

Oltre ad andare incontro alle rinnovate esigenze sociali e ambientali, quindi, i nuovi mezzi danno la possibilità alle persone di avere obiettivi diversi, questo perché il grado di attività fisica è modulabile a seconda della scelta, che può essere quella di fare attività fisica per perdere peso, tenendo quindi motore e prestazioni al minimo e di conseguenza faticando, piuttosto che arrivare freschi e riposati in ufficio utilizzando l’assistenza massima disponibile.
 

Datamatic: una partnership vincente

Oggi però nasce una esigenza ulteriore; i convinti della mobilità alternativa hanno il loro bisogno primario appagato: faticano meno, sono “green”, sono “risparmiosi”; adesso hanno bisogno di elevarsi gratificandosi ulteriormente per essere “cool” e al passo coi tempi.

Grazie a Datamatic, azienda specializzata nella distribuzione di prodotti a “valore aggiunto”, che commercializza già da qualche tempo prodotti “E-mob” con il marchio Vivobike, nascono una serie di prodotti con peculiarità che li arricchiscono esponenzialmente e che sono date dalla partnership con brands mondiali e universalmente riconosciuti come Fiat, Jeep e Maserati.
Questi i motivi che hanno portato CO.RA., azienda con oltre 40 anni di presenza ed esperienza nel canale aftermarket automotive, a stringere un accordo di distribuzione con questa importante realtà: saranno infatti presenti nel catalogo dell’azienda ravennate i prodotti Vivobike.

Dal 1° maggio 2019 gli articoli Datamatic saranno disponibili per l’acquisto nella rete dei clienti serviti da CO.RA., prescelta come distributore esclusivo di canale, con una selezione di prodotti di sicuro interesse per tutto il mercato, che contribuiranno a far crescere ulteriormente questo mercato.
 

e-mobility: prodotti d’eccellenza

Tanti sono i modelli e le soluzioni proposte con il marchio Vivobike, come ad esempio la e-bike pieghevole con ruote da 16” con freni a disco e un’autonomia di circa 30 km, che sfoggia una fiammante livrea “Fiat 500®”, o gli e-scooter da città a ruota bassa o alta sempre a marchio “Fiat 500®”.

Per chi ama un approccio più sportivo, invece, c’è la distintiva e-bike MTB, con telaio da 27,5”, cambio Shimano, 50 km di autonomia, e connotazione cross country o più semplicemente outdoor a marchio Jeep®.

Ma le sorprese non finiscono qui e come in tutte le torte ben fatte, non poteva mancare la ciliegina. Datamatic, infatti, propone anche le biciclette di esclusivo e “rivoluzionar-avveniristico” design che si chiamano di nome MC Folding e MC Scooter, ma di cognome fanno Maserati®.

Photogallery

Tags: mobilità CO.RA. autopromotec 2019

Leggi anche