Articoli | 24 Giugno 2019 | Autore: Cristina Palumbo

Mec-Diesel: l’evoluzione di un distributore

Da specialista in ricambi per rettifiche a fornitore globale di ricambi per auto, veicoli commerciali e truck: Luca Vottero, responsabile vendite Italia di Mec-Diesel, ci racconta l’evoluzione di questa azienda in continua espansione.

 

Nell’ultimo paio di anni il distributore di ricambi di Candiolo (TO), Mec-Diesel, è stato protagonista di numerose operazioni sul mercato con l’apertura di nuove filiali e l’acquisizione di alcune storiche realtà della distribuzione ricambi, oltre che con il lancio di un nuovo brand di ricambi: Blinken.

Abbiamo incontrato il responsabile vendite Italia di Mec-Diesel, Luca Vottero, per farci spiegare cosa ha spinto l’azienda a questa “corsa” verso la crescita e quali sono gli obiettivi di questa strategia di sviluppo.
 
Il 2019 è iniziato con due importanti acquisizioni per Mec-Diesel, MDD ed Erar, mentre l’anno precedente aveva visto l’apertura di nuovi depositi e il lancio del nuovo marchio Blinken. Quali sono le strategie che hanno portato a queste scelte?
Mec-Diesel, dalla sua fondazione nel 1983, è sempre stata molto attenta a cogliere le opportunità che il mercato offriva e nello stesso tempo a intercettare bisogni ed esigenze di un mercato sempre più competitivo e “veloce”.
Da qui la necessità di essere vicini al cliente, con un’importante presenza sul territorio, sia per alimentare una logistica sempre più efficiente, sia per dimostrare al cliente la nostra capacità di essere al suo fianco, di offrirgli tutto il supporto di cui può avere bisogno, di ascoltarlo e interagire per trovare la soluzione migliore per rispondere alle sue necessità.
Oggi Mec-Diesel può contare su cinque filiali in Italia e una ventina in Europa, che hanno lo scopo di presidiare il territorio con una logistica sempre più celere ed efficiente. Puntiamo così a diventare un distributore a livello nazionale.
La nostra idea è quella di offrire al cliente un servizio sempre più completo, non solo in termini di velocità di evasione ordini, ma anche di disponibilità di prodotto. Ciò significa che puntiamo costantemente sull’aggiornamento della gamma e l’anno scorso abbiamo lanciato la nuova linea a marchio Blinken proprio per ampliare il nostro raggio d’azione e il target clienti: non ci proponiamo più solo come specialisti per la distribuzione di ricambi legati al mondo della rettifica motori, ma anche come fornitore globale, con gamme di prodotto anche nuove per noi, che ci permettono di essere un punto di riferimento unico per il cliente.
 
Ci può fare un esempio di questa trasformazione a fornitore globale?
Ad esempio, la nostra più recente acquisizione, quella della società Erar di Monza, storico distributore specializzato in ricambi truck, ci permette di affacciarci a un settore in parte nuovo per noi, perché abbiamo inserito a catalogo nuovi marchi e prodotti. Ad esempio l’illuminazione.
Tutto questo viene fatto con grande attenzione però, perché non ci vogliamo improvvisare. Noi siamo riconosciuti sul mercato per essere dei partner, cioè capaci di offrire un supporto concreto anche a livello di conoscenza prodotti e consulenza tecnica. Ciò significa che noi organizziamo innanzitutto dei training interni che ci permettono di acquisire quelle conoscenze sul prodotto che possiamo poi trasferire al cliente e utilizzare per insegnargli a trattare e vendere un certo ricambio.
La nostra strategia punta a una crescita globale come gruppo e dal prossimo anno saremo un’unica azienda con Erar, una sola ragione sociale con tre divisioni: quella dedicata ai ricambi motore (il core business di Mec-Diesel), quella per i ricambi elettrici (Blinken) e quella dedicata al truck (Erar).
 
La nuova società porterà dei cambiamenti anche nella gestione clienti e prodotti? Quali sono le vostre aspettative a riguardo?
In linea di massima possiamo dire che il nostro intento è quello di creare delle sinergie fra le aziende, così da ottimizzare tutti i processi e offrire un miglior servizio al cliente. Tutto ciò verrà fatto proprio in funzione del cliente e perciò vogliamo rassicurare chi lavora con noi che non ci saranno stravolgimenti, ma dei miglioramenti.
Come accennavo prima abbiamo in programma dei training interni per poter poi condividere con il cliente la nostra conoscenza del prodotto; avremo una forza vendita più numerosa e creeremo perciò delle aree di rifermento più piccole per ottimizzare le performance su ogni zona; la creazione di depositi e filiali e l’integrazione fra le aziende porterà a una più semplice gestione della logistica.
In altre parole ci aspettiamo di migliorare il servizio sotto tutti i punti di vista: supporto tecnico, disponibilità a magazzino della merce, celerità nelle consegne.
Abbiamo anche in programma di organizzare degli incontri sul territorio per presentare la nuova realtà che si va realizzando e confrontarci con i clienti.
 
Parliamo della formazione che è uno dei capisaldi del vostro operato: quali progetti avete da qui al prossimo anno?

La formazione è un elemento molto importante per il supporto al cliente. Oltre a quanto facciamo internamente, infatti, organizziamo dei veri e propri corsi per i clienti. Ad esempio uno dei corsi tecnici che abbiamo organizzato e che ci ha dato molta soddisfazione per il feedback positivo dei partecipanti è quello sulla levigatura dei basamenti in alluminio. Questa è stata un’attività piuttosto importante, realizzata in collaborazione con FIR, MS Motorservice International e ARA (Attrezzature Rettifiche Autoriparatori), che ha coinvolto un centinaio di persone nell’arco di tre giorni.
L’intento per il nuovo anno è quello di rendere strutturata questa attività, organizzando altri incontri su tematiche diverse, che uniscano una parte teorica e una pratica per una formazione davvero completa. Al momento stiamo valutando un ventaglio di argomenti.

Photogallery

Tags: rettifica mec diesel

Leggi anche

ARTICOLI | 28/07/2017FIR-Mec Diesel: buona la prima