Articoli | 16 Luglio 2019 | Autore: Giacomo Macrì

​Rhiag Group in Sicilia: sinergie per la filiera

Ha riscontrato un grande successo il viaggio della rete ‘a posto’ di Rhiag Group in Sicilia. Vediamo com’è andata.

 

Dal 2003 ad oggi il network di officine ‘a posto’ di Rhiag Group ne ha fatta di strada: una rete che è cresciuta, si è evoluta e non solo dal punto di vista dei numeri. Ciò che non è cambiato è la voglia di proseguire la propria strada con determinazione, con la consapevolezza di quanto stia cambiando in fretta il mercato dell’autoriparazione indipendente.

È perciò necessario stare al passo con questi mutamenti, essere preparati, collaborare e captare nuove opportunità per acquisire nuovi clienti.
Lo sa bene Rhiag Group che con un’adeguata preparazione, con un’offerta completa e tanti servizi, è al fianco della filiera con un supporto a 360 gradi.

Un supporto di cui usufruiscono soprattutto le officine ‘a posto’, che oltre a beneficiare di servizi e promozioni ad hoc per incrementare il traffico in officina, hanno la possibilità di vivere momenti preziosi di confronto, di condivisione di esperienze e di opinioni.

Ne è un esempio l’ultimo incentive organizzato da Rhiag Group in Sicilia: un viaggio organizzato dal 15 al 22 giugno, che ha permesso ai partecipanti di trascorrere una settimana tra momenti di relax, istituzionali e attività di team building.
 

Il viaggio della rete ‘a posto’

In provincia di Ragusa, a Ispica, nell’estremo Sud della Sicilia, si trova un villaggio affacciato sul Mediterraneo, circondato da un paesaggio in cui si fondono lunghe spiagge e macchia mediterranea, completamente immerso nel verde di giardini fioriti e a pochi passi dalle splendide località del Barocco siciliano. IGV Club Marispica: è stata questa la location dove si è tenuto il viaggio della rete ‘a posto’ 2019.

Un viaggio in cui i numeri sono stati la vera forza: un intero villaggio in esclusiva per una settimana, 653 presenze, di cui 61 ricambisti che hanno collaborato al progetto per portare 177 officine.
Insomma, una settimana trascorsa tra momenti di relax e attività di team building che hanno creato una bella competizione tra le varie squadre che si sono cimentante in tanti giochi sulla spiaggia, nella caccia al tesoro e attività teatrali.

Non è mancato il tradizionale incontro istituzionale, una riunione informale in cui il responsabile network di Rhiag Group, Frédéric Servajean, ha raccontato a una platea di oltre 150 persone le strategie per valorizzare i servizi della rete, i progetti in corso e come prepararsi alle sfide tecnologiche del futuro. La riunione ha visto anche la partecipazione del partner Usag che ha colto l’occasione per presentare un’innovativa gamma di attrezzature. Il giorno successivo, inoltre, Usag ha coinvolto gli autoriparatori in una prova pratica di utensili e in una divertente “gara cronometrata smontaggio ruota”.
 

L’unione fa la forza

Come sempre, forse quest’anno più che mai, il viaggio ha rappresentato un momento importante di coesione per sentirsi parte di un unico progetto, un momento di dialogo con lo staff della sede, ma anche un’occasione di confronto con i propri colleghi provenienti da tutta Italia. Sicuramente un tassello in più per costruire una relazione di fiducia e una base per costruire nuovi progetti insieme.

Un viaggio che ha rispecchiato in tutto e per tutto i valori fondanti della rete ‘a posto’: professionalità, competenza e trasparenza.

Photogallery

Tags: network autoriparazione Rhiag a posto

Leggi anche