Articoli | 29 Ottobre 2019 | Autore: Giulia Margi

Philips: qualità e sicurezza in una lampadina

Per garantire la sicurezza su strada, le lampadine Philips vengono sottoposte a rigorosi test e collaudi; un controllo qualità che coinvolge tutto il processo lavorativo. Vediamo cosa vuol dire qualità senza compromessi.

 

L’illuminazione è fondamentale durante la guida e per questo acquistare un prodotto di qualità fa la differenza non solo in termini di comfort di guida, ma anche di sicurezza su strada.

Le lampadine Philips sono realizzate proprio in base a questa filosofia, “perché – dichiarano in azienda - sulla sicurezza non si fanno compromessi”. Nulla viene lasciato al caso dunque, né durante la produzione, né per quanto riguarda il confezionamento e il trasporto.

Vediamo qualche esempio di come l’azienda controlla che il suo prodotto possa garantire sicurezza e qualità al 100%.
 

Eccellenza produttiva dalla A alla Z

Le soluzioni Philips per l’illuminazione automotive sono sinonimo di qualità; questo perché l’azienda sottopone tutti i prodotti a severi test e controlli rigorosi.

Un approccio che deriva dal suo ruolo di fornitore di primo impianto, dove esistono degli standard in termini di qualità e prestazioni fissati a livello internazionale e ai quali tutti i costruttori di veicoli e i loro fornitori devono attenersi. I prodotti Philips soddisfano appieno questi requisiti, anzi in alcuni casi li superano, perché, come spiegano in azienda, lavorano secondo uno stile di “eccellenza produttiva dalla A alla Z”.

Infatti, per ottenere il massimo a livello di qualità e performance dalle lampadine Philips, i prodotti sono sottoposti a un rigoroso controllo di qualità; una prassi attuata in ogni fase del processo lavorativo: dalla produzione all’imballaggio fino alla consegna.

Il costante monitoraggio effettuato sia sulle materie prime sia su tutte le lavorazioni permette di consegnare al cliente finale un prodotto che risponde ai più alti standard qualitativi: “una lampadina che non presenta difetti, non è danneggiata durante il trasporto e garantisce costantemente le eccezionali prestazioni che i nostri clienti si aspettano”, dichiara l’azienda.
Le lampadine Philips sono tutte di qualità originale perché l’azienda fornisce la stessa lampadina sia al primo impianto sia al mercato aftermarket.
 

La sicurezza è il primo obiettivo

Tanta qualità e attenzione nei processi lavorativi hanno uno scopo ben preciso: la sicurezza su strada.
Ed è proprio per raggiungere questo obiettivo che tutti i processi lavorativi implementano dei test o delle verifiche. Oltre a ciò, l’azienda monitora che i fornitori utilizzino materie prime sicure per l’uomo e l’ambiente, evitando l’utilizzo di materiali inseriti nella lista REACH (Restricted Substances List), un elenco che fa riferimento a una norma dell’Unione Europea.

Facciamo qualche esempio di cosa accade in fase di produzione.
Prendiamo il caso del controllo qualità per le lampadine alogene Philips H7 in vetro al quarzo.
Durante la produzione, ogni singolo semilavorato viene testato attentamente prima di passare alla fase successiva. Ad esempio, ogni filamento alogeno viene attentamente valutato prima di essere inviato alla fase successiva del processo, la produzione del bruciatore alogeno.

Prima che il bulbo sia completato, supera 52 diverse misurazioni e prove (34 per la produzione di filamenti e bruciatori e 18 per la finitura e il controllo finale della qualità).
Questi test comprendono misurazioni di parametri geometrici, elettrici e di pressione, nonché controlli della resistenza meccanica, controlli con sistemi di visione automatizzati e test funzionali. Ultimo ma non meno importante, la lampadina passa attraverso un controllo finale manuale e un'ispezione visiva.

Qualora il prodotto non superasse uno qualsiasi dei test verrebbe immediatamente scartato dalla linea di produzione, assicurando così al cliente finale che ogni lampadina soddisfi perfettamente tutte le caratteristiche e funzioni previste.
Un’altra sicurezza per il cliente è che prima della spedizione l’azienda effettua dei test a campione sulle lampadine di ogni lotto di produzione. In particolare, vengono condotti test fotometrici e geometrici per garantire la conformità alle normative ECE e alle specifiche interne ancora più rigorose.

Dopo aver superato i controlli sopra descritti, un altro campione di lampadine viene sottoposto a test di durata, per verificare che rispettino quanto previsto.
Ad esempio, le lampadine alogene per auto sono testate a una tensione di 13,2 V, con un ciclo di commutazione continuo di 11 ore e 45 minuti ON e 15 minuti OFF.

Inoltre, due volte all'anno, fino a 40 campioni di bulbo passano attraverso un processo di test interno completo. Ciò include fotometria, geometria, durata, urti e vibrazioni, test climatici e di nebbia salina e molti altri test specifici fissati dall’azienda.
 

Anche il packaging fa la sua parte

Tanta attenzione in fase di produzione sarebbe inutile se il cliente, aprendo la confezione, si ritrovasse fra le mani una lampadina rotta a causa di un urto durante il trasporto o lo stoccaggio.

Per questo l’azienda crea degli imballi particolari per proteggere i prodotti destinati alla vendita in aftermarket; confezioni realizzate anche in questo caso con un’attenzione particolare alla sicurezza, sottoponendo a test e controllo qualità anche il packaging.

Prima di scegliere un nuovo imballaggio, l’azienda effettua una serie di test a campione su piccoli lotti per verificare la tipologia di imballo, le dimensioni, la funzionalità e praticità e il livello di protezione; soltanto dopo si procede alla produzione in massa.
Ad esempio, l’imballo viene sottoposto a test di caduta, vibrazione e trasporto per essere sicuri al 100% che non si verifichino danni ai bulbi, indipendentemente dalle condizioni durante il trasporto o lo stoccaggio. Non potendo controllare le condizioni di trasporto, l’azienda verifica che l’imballo si mantenga integro anche in caso di forte esposizione a calore e umidità.
Inoltre, vengono effettuati test per verificare la resistenza della sigillatura, per evitare che la confezione possa essere aperta e richiusa.

Infine, viene verificata la tenuta del foro di sospensione per appendere la confezione e la stampa delle etichette che identificano il prodotto.
 

 
Philips: tutto per l’illuminazione automotive

Una gamma di lampadine che copre tutte le esigenze del settore automotive: dalle lampadine per auto a quelle per mezzi pesanti e macchine da lavoro passando da quelle per moto; luci per fanali e proiettori ma anche interni.
Il portafoglio prodotti completo comprende lampadine alogene, Xenon e Led.

 

Photogallery

Tags: Philips Automotive illuminazione philips

Leggi anche

ARTICOLI | 23/09/2016Accendi i fari con Philips