Articoli | 10 Ottobre 2017 | Autore: redazione

LPR: garanzia di sicurezza e affidabilità dal 1952

Attiva dal 1952 nel campo dei ricambi per il settore frenante, LPR è ancora oggi in continua evoluzione: vediamo gli ultimi investimenti dell’azienda di Piacenza.

 

Con un’esperienza di oltre mezzo secolo, LPR oggi è in grado di fornire al mercato internazionale un vasto assortimento di prodotti di qualità, rendendo facile e veloce l’approvvigionamento dei ricambi e assicurando l’evasione ordini in tempi rapidi.

Ciò che ha permesso all’azienda di Piacenza di affermarsi sul mercato globale, commercializzando il marchio in oltre 76 paesi del mondo, va ricercato nella continua ricerca di soluzioni tecniche, migliorando le varie fasi produttive e stando al passo con le sempre più complesse tecnologie.

Investimenti: no stop

Per poter operare autonomamente, LPR compie costantemente importanti investimenti così da essere sempre all’avanguardia con le tecnologie avanzate.
Questi investimenti si traducono nella possibilità di poter controllare internamente tutto il ciclo produttivo, migliorando costantemente le singole fasi delle lavorazioni meccaniche fino all’imballaggio. Oggi LPR dispone di tre vasti magazzini completamente automatici che contengono fino a 50.000 contenitori per una disponibilità di 6.000.000 di pezzi finiti.

L’ultima fase del ciclo, relativa alla gestione dell’evasione degli ordini, viene condotta tramite l’ausilio di computer, in grado di guidare 16 traslatori, che operano all’interno della struttura, fornendo agli operatori il prodotto finito richiesto da inviare alla linea di imballaggio. Sempre a proposito di investimenti, infine, nel 2016 LPR ha rilevato lo stabilimento Gama, specializzato nella produzione di pastiglie freno per il mercato OE-OES inserendo lavorazioni aggiuntive, come ad esempio lo scorching e underlayer, a un processo già altamente specializzato e affidabile.

LPR è anche sponsor...

Da sempre LPR è sponsor a livello mondiale di alcune delle più importanti manifestazioni sportive: un’occasione per l’azienda di incrementare la visibilità del brand davanti a un vasto pubblico appassionato di motori, calcio, pallavolo o ciclismo.

In particolare, segnaliamo la scelta vincente nello sponsorizzare Schumacher nel 92 (anno della sua prima vittoria in un Gran Premio di F1), ancora oggi attuale grazie al figlio che ha aperto con quella stessa macchina il Gran Premio del Belgio lo scorso 27 agosto.

Photogallery

Tags: sistema frenante freni pastiglie freni LPR

Leggi anche