Articoli | 17 Novembre 2017 | Autore: Cristina Palumbo

CercaOfficina.it: il web al servizio dell’officina

Utilizzare le nuove tecnologie per canalizzare il lavoro in officina, avvalersi del web per amplificare il “vecchio” passaparola, rendere il rapporto tra officina e automobilista più trasparente e professionale per fidelizzare sempre più il cliente: questi gli obiettivi di CercaOfficina.it.

 

In un mercato dove la competizione è sempre più forte, come può un’officina trovare nuovi clienti e fidelizzarli? Non è un problema solo del mondo della riparazione indipendente, ma riguarda un po’ tutti i settori. E proprio guardando ad altri mercati e navigando sul web che Marco Brusamolino, Luca Maccarini e Romano Perticone hanno avuto l’idea di un nuovo portale che aiutasse a canalizzare in maniera efficace nuovi clienti all’officina: CercaOfficina.it.
 

Il web al servizio dell’officina

Il presupposto da cui si è partiti è la consapevolezza di quanto il nostro mondo sia sempre più legato al web: chi cerca informazioni su un prodotto prima di acquistarlo o vuole scoprire un nuovo ristorante o un luogo di villeggiatura, piuttosto che dove può trovare un servizio, si rivolge innanzitutto a internet.
E qui fondamentalmente fa due cose: cerca l’informazione (i dati tecnici di un prodotto / servizio e dove acquistarlo) e legge le opinioni di chi ha già fatto l’acquisto o si è recato in quel luogo.
I fondatori di CercaOfficina.it hanno sviluppato una piattaforma (accessibile tramite tutti i dispositivi pc e mobile) che permette proprio questo, perché l’automobilista è sempre più consapevole e informato e il primo posto dove cerca un’informazione è il mondo virtuale di internet. E siccome non vuole “fregature”, laddove una volta chiedeva consiglio all’amico, oggi cerca i commenti e le stelline o i like che li accompagnano.
Il portale permette all’automobilista di trovare l’officina più vicina e avere più di un preventivo per l’intervento (tagliando o riparazioni), così da valutare la spesa, verificando anche il livello di soddisfazione di altri clienti.
 

Quali sono i vantaggi per l’officina?

L’autoriparatore che si iscrive a CercaOfficina.it (a fronte di un canone mensile di abbonamento) ha la possibilità di ricevere direttamente le richieste dall’automobilista (che non deve quindi per forza trovare il tempo di andare in officina) che vive in zona o si trova lì per lavoro o svago, e che dunque potrebbe tornare; beneficia di una visibilità amplificata dal web; ha la certezza che si parlerà del suo operato guadagnando in reputazione; può organizzare meglio la propria attività avendo la possibilità di pianificare le prenotazioni e gli interventi.
In tutto questo l’autoriparatore viene supportato attivamente dal team di collaboratori di CercaOfficina.it, che gli insegnano a sfruttare al meglio tutte le potenzialità di questo sistema, tengono monitorata la sua attività segnalando eventuali ritardi nel rispondere ai preventivi, danno indicazioni su come rispondere ai commenti (che siano positivi o critiche), si occupano di attività di telemarketing volte a fidelizzare il cliente (per esempio ricordare le scadenze o segnalando iniziative di check up stagionali).
La piattaforma, che è ben indicizzata su Google tanto da apparire sempre ai primi posti, è in continua evoluzione: ha iniziato come semplice preventivatore per aggiungere via via sempre più funzionalità, non solo per gli automobilisti (recensioni e prenotazioni online) ma anche per le officine, implementando delle sorte di minisiti dedicati, l’agenda e la rubrica online con l’anagrafica clienti.
 

Le recensioni: un’arma a doppio taglio?

Vale la pena sottolineare l’aspetto delle recensioni che sono tutte certificate. Questo significa che sono scritte da clienti che realmente sono stati in quell’officina.
Cosa succede però se la recensione è negativa? Di fatto, come dimostrano le analisi di chi si occupa di comunicazione via web, più che la critica conta la risposta. Se all’eventuale critica l’autoriparatore risponde in maniera adeguata, corretta e personale, chiarendo le ragioni che hanno portato il cliente a essere critico (ad esempio un ritardo nella consegna del veicolo), ecco che i potenziali clienti si sentono comunque rassicurati nel rivolgersi a quell’officina, perché risulta essere gestita in maniera chiara e trasparente. Anche in questo lo staff di CercaOfficina.it supporta i suoi clienti, grazie a un servizio di consulenza personalizzato.
 

E i ricambisti?

Tra le nuove iniziative del portale CercaOfficina.it c’è anche la possibilità per i ricambisti di acquistare dei pacchetti di abbonamento da regalare alle officine per fidelizzarle. Il principio è quello che più l’officina lavora più ricambi acquista, e dunque il vantaggio per il ricambista è evidente.
Inoltre, il sistema permette al ricambista di ricevere un report mensile per valutare se ci sono aumenti di fatturato significativi su quell’officina e dunque decidere se e come eventualmente implementare servizi e promozioni per quel cliente.
In caso il ricambista fosse interessato può contattare lo staff di CercaOfficina.it e organizzare degli incontri informativi con gli autoriparatori, così da valutare quali officine sono pronte a utilizzare un servizio di questo genere.
 

Soddisfatti o rimborsati

Poiché il riscontro sull’efficacia della piattaforma è immediatamente verificabile, CercaOfficina.it offre a chi si iscrive una formula “soddisfatti o rimborsati”: se entro l’anno dall’attivazione l’officina non riesce a incrementare il proprio fatturato per una cifra stabilita, allora gli verrà rimborsato il canone dell’abbonamento e scioglierà il contratto.
Alla base di questa offerta c’è infatti la certezza che se la piattaforma viene utilizzata a dovere, se cioè l’officina è attiva, cura il suo profilo e risponde prontamente alle richieste, seguendo anche i consigli del team CercaOfficina.it, allora il riscontro positivo è certo.
 

Photogallery

Tags: preventivi cercaofficina.it

Leggi anche