News | 09 Settembre 2019 | Autore: redazione

Ammortizzatori KYB su TecDoc: più visibilità ai prodotti
Tra i protagonisti internazionali nel mondo degli ammortizzatori sia per l’OE sia per il mercato indipendente, KYB si pone come obiettivo quello di offrire a tutti i professionisti del settore un prodotto di qualità, con un occhio di riguardo all’andamento del mercato e alle esigenze dei suoi attori.

È con orgoglio che l’azienda ha annunciato un ulteriore miglioramento nella visibilità dei propri prodotti sulla piattaforma TecDoc: KYB, infatti, ha ottenuto il “rating A” come fornitore per TecAlliance. Per raggiungere questo importante risultato, le descrizioni dei prodotti devono conformarsi per almeno il 99% agli standard di TecAlliance. Un team di professionisti dedicati, quindi, si assicurerà che il catalogo venga sempre mantenuto aggiornato e preciso, in modo che i clienti possano sempre accedere ai dati più rilevanti.

Oltre ad aver ottenuto la conferma dell’ottimo rating, KYB è stata anche scelta per partecipare a un progetto pilota di TecAlliance, grazie al quale i nuovi dati aggiunti alla piattaforma TecDoc saranno resi visibili dopo sei giorni – un enorme miglioramento rispetto all’attuale mese e mezzo. Il progetto pilota è partito nel mese di agosto 2019.

“KYB è in grado di immettere sul mercato nuovi ammortizzatori più rapidamente di qualsiasi altro produttore, per diverse ragioni” spiega Jean François Huan, General Manager per il Product Management per KYB Europe Aftermarket. “KYB produce gli ammortizzatori di primo impianto di un’auto su cinque al mondo, il che significa che siamo i primi a poter offrire i ricambi di questi modelli, praticamente in tempo reale. Per gli altri veicoli, abbiamo dipartimenti di ricerca in tutto il mondo, un enorme centro di sviluppo in Giappone e un centro per il montaggio e le prove in Francia. Essere in grado di far apparire i nostri dati su TecDoc in 6 giorni è il passo successivo nel rendere il nostro prodotto disponibile e visibile per i clienti più rapidamente rispetto a qualunque altro produttore”.
 

Photogallery

Tags: Kyb ammortizzatori

Leggi anche