News | 20 Marzo 2015 | Autore: Francesco Giorgi

Ricambi auto contraffatti: Osram smaschera un “giro” di lampade fasulle

Grazie al costante monitoraggio del mercato e alle segnalazioni di diversi operatori dell’aftermarket, Osram è riuscita a individuare un lotto di lampade che venivano commercializzate con il proprio marchio, in realtà contraffatte.



La lotta alla contraffazione di ricambi auto – sempre più difficile da smascherare data l’abilità con la quale personaggi senza scrupoli immettono nell’aftermarket componenti spacciandoli per prodotti di marche conosciute, ma che in realtà non lo sono affatto – prosegue senza quartiere. Questa volta, nel mirino sono finite le lampade Osram, “pizzicate” in questo caso non dalle forze di polizia, ma dalla stessa azienda che fa parte del gruppo Siemens AG.
Lo comunica in queste ore Osram: grazie al costante monitoraggio del mercato e alle segnalazioni di diversi operatori dell’aftermarket, Osram SpA è riuscita a individuare un lotto di lampade che venivano commercializzate con il proprio marchio, in realtà contraffatte.

 
>> Per saperne di più su Osram Automotive

 
Le lampade oggetto di contraffazione sono le alogene H7 (codice Osram: 64210) e quelle allo xeno D1S, D2S, D3S, D4S (codici Osram: 66140 o 66144, 66240, 66340, 66440). Le lampade contraffatte possono essere distinte da quelle originali, grazie ad alcuni dettagli tra i quali il design del packaging, il disallineamento del filamento, la stampigliatura.

In caso di dubbi sull’autenticità di lampade auto a marchio Osram, l’azienda (che ha già provveduto a iniziare le necessarie azioni a tutela della propria immagine presso le autorità competenti) invita a prendere contatto con la propria sede commerciale, in modo da poter provvedere immediatamente alla verifica dell’originalità dei prodotti segnalati.


 
 
>> Approfondimenti

Per la tecnologia Osram di lampade automotive


Photogallery

Tags: ricambi contraffatti lampadine illuminazione osram

Approfondisci

Leggi anche