Opinioni | 06 Settembre 2018 | Autore: David Giardino

Il ricambio protagonista nel centro dell'Europa
L’ importante manifestazione Automechanika di Francoforte ci permetterà di raccogliere in presa diretta gli umori dei principali attori internazionali della produzione e della distribuzione di ricambi per automobili.
Questa rassegna ci darà anche l’opportunità di verificare quanto sarà visibile nella esposizione l’evoluzione dei ricambi auto; abbiamo visto, ad esempio, quanto la digitalizzazione delle vetture ne stia cambiando le caratteristiche.

Anche il mondo dei componentisti, così come quello della distribuzione, sta trasformandosi, con la consapevolezza che la dimensione è l’unica via d’uscita al cambiamento in atto.
La tecnologia contenuta nei nuovi veicoli necessita, per chi la progetta e produce, una capacità di investimenti inedita e competenze mai necessarie prima.
La filiera della riparazione sarà coinvolta - e lo è già - in questo processo e i movimenti di aggregazione in atto ne sono la testimonianza oggettiva: si è intuito che il mercato del futuro non sarà di tutti, soprattutto se non adeguatamente dimensionati.
Quella che un tempo era una semplice riparazione, come la sostituzione di un cristallo, oggi richiede nuovi strumenti che permettano di intervenire anche sui moderni parabrezza. Gli investimenti nelle nuove attrezzature porteranno inevitabilmente i riparatori a una selezione naturale fra chi sarà in grado di ripristinare e tarare i sensori e le telecamere e chi no. Questa realtà determinerà un flusso canalizzato sempre maggiore su un numero sempre più limitato di professionisti.

Le grandi strutture di riparazione lavoreranno con fornitori di ricambi e servizi adeguati alle proprie esigenze, emarginando tutti coloro che pensano che il cambiamento è ancora troppo lontano per toccare le proprie attività.
Automechanika sarà in grado di soddisfare molte delle domande che il mercato si sta facendo per il proprio futuro e saprà dirci quanto ancora sarà caldo l’autunno di questo lungo 2018 e quanto tempo si avrà davanti per strutturare adeguatamente le proprie attività.

Photogallery