News | 11 Ottobre 2011 | Autore: Tommaso Caravani

Equip Auto 2011: i vincitori dei Grands Prix

L'Italia trionfa nella categoria OEM con Industrie Saleri Italo, le catene Thule si aggiudicano il Golden Trophy per l'aftermarket, a Febi la categoria Garage Equipment mentre i bulgari di Api Automotive beffano Brembo nella categoria Services.

Sul gradino più alto del premio più atteso c'è l'italiana Industrie Saleri Italo, azienda produttrice di pompe acqua che si è aggiudicata il premio come miglior prodotto dell'anno nella categoria primo impianto e prodotto dall'anima altamente ecologica (green tech sector). La nuova pompa dell'acqua di Industrie Saleri Italo, infatti, permette una importante riduzione delle emissioni di anidride carbonica, perché, grazie all'originale utilizzo di una valvola a farfalla integrata nella pompa, permette ai moderni motori a combustione interna di raggiungere più velocemente la temperatura ottimale di funzionamento, limitando notevolmente il consumo di carburante e la dispersione di benzeni nell'atmosfera.

Secondo posto a Robert Bosch, per l'applicazione (a dire il vero già presentata lo scorso anno) dell'ibrido realizzato in cooperazione con il gruppo gruppo PSA, che prevede, grazie alla gestione real time di molte centraline, di avere una vettura a trazione anteriore con motore a combustione interna e posteriore con motore elettrico. Oltre al notevole risparmio di carburante, questa soluzione permette anche di avere una vettura quattro ruote motrici, con un evidente miglioramento delle prestazioni su fondi con poco grip.

Aftermarket e retrofit
Nel settore post-vendita sono le catene da neve a vincere il premio come miglior prodotto dell'anno. Le nuove catene Thule Easy-fit si montano in pochi secondi con la semplice pressione del piede su un'apposita leva. Una soluzione semplice che è piaciuta alla giuria, anche se tutto il sistema poggia su un sottile cavo (d'acciaio?) che deve passare a scatto sotto la ruota; un sistema di cui bisognerà verificare la durata. Secondo posto in questa categoria a una classica applicazione aftermarket: il radiatore. L'azienda vincitrice, in questo caso è Ava, che ha presentato un radiatore studiato come applicazione aftermarket per le vetture del gruppo PSA. Il vantaggio di questa applicazione è che con un unico prodotto si coprono oltre 25 modelli di vetture del gruppo.

Garage equipment
Il combattuto settore delle attrezzature da officina va a Febi che con un il suo nuovo banco prova giochi (per l'avantreno e il retrotreno) soddisfa una necessità di molte officine: quella di verificare l'assenza di giochi delle testine nei componenti sterzo e sospensione. Un prodotto semplice che, fanno sapere dall'azienda, è stato studiato specificatamente per l'aftermarket partendo dalle richieste dei meccanici. Il secondo posto in qeusta categoria va alla cabina forno di Omia, un prodotto per carrozzieri che permette un notevole risparmio di corrente e garantisce la massima ecologia.

Services
Nel settore dei servizi, che comprende anche le «stazioni di servizio» (premio peraltro un po' ambiguo essendo le due cose molto distanti), vince il primo premio un'azienda bulgara, la API-Automotive, che ha presentato un innovativo e ancora sperimentale banco per l'assetto del veicolo. Al secondo posto si è classificato AuDaCon, che ha presentato un software in grado di calcolare i costi di gestione del veicolo partendo semplicemente dal numero di targa e dai km percorsi. Il limite di questa applicazione è che funziona solo nei paesi in cui i dati relativi al veicolo, partendo dalla targa, sono disponibili gratuitamente, per esempio in Francia, mentre in Italia è difficile immaginarne l'uso. Beffata invece Brembo, unica altra azienda italiana in concorso, che si era presentata in questa categoria con una offerta di corsi, multimediali e in aula, particolarmente innovativa grazie all'utilizzo della realtà aumentata.

Premi speciali
I giornalisti francesi hanno poi selezionato quattro prodotti che, per la stampa francese (e senza alcun criterio di preselezione), spiccano per innovazione e che si sono quindi aggiudicati il premio speciale come miglior prodotto. In questo caso il primo posto nel settore OEM è andato a Delphi e al sistema RACam, un sistema di identificazione dei pedoni che permetterà in futuro alle auto di frenare autometicamente in caso di rischio collisione con una persona. Nel settore "attrezzatura d'officina", palma d'oro a Facom, che ha presentato l'adattatore E506, uno strumento che permette di rendere dinamometriche le classiche chiavi a cricchetto, il tutto con precisione elettronica. Premio speciale anche per Vallet Distribution, che ha presentato Servante Express Pro, e per Washtec, che ha presentato la stazione di lavaggio Acqua x2 che permette il riciclo del 100% dell'acqua e un risparmio della corrente che l'azienda dichiara pari al 75%.

Photogallery