News | 12 Ottobre 2011 | Autore: Tommaso Caravani

Delphi lancia una linea di componenti sterzo e il FAP come ricambio

Accantonato il capitolo dell'amministrazione controllata, Delphi lancia una nuova joint-venture a Equip Auto 2011 con Teknorot per una nuova linea di ricambi sterzo e sospensione e una nuova gamma di FAP destianti al ricambio.

Due segmenti che storicamente hanno visto Delphi protagonista, ma che negli ultimi anni erano stati tralasciati: stiamo parlando dei sistemi di scarico e dei componenti sterzo. Delphi, in occasione di Equip Auto propone due nuove importanti linee di prodotto destinate esclusivamente all’IAM, vediamo di cosa si tratta.

FAP: non retrofit, ma ricambio
Una delle novità che maggiormente ha destato scalpore è il lancio della nuova linea di FAP per l'aftermarket. Prodotto da un’azienda di primo equipaggiamento, questo prodotto sarà disponibile come ricambio a marchio Delphi. Inizialmente, la gamma comprende la maggior parte delle auto top seller in Europa e quindi, assicurano in Delphi, una buona copertura del circolante. La caratteristica di questo FAP è di essere prodotto esattamente con le stesse linee del primo equipaggiamento e quindi non è il classico FAP da montare in retrofit su auto che ne sono sprovviste, quanto, piuttosto, un vero e proprio ricambio. Il FAP, infatti, durante i cicli di rigenerazione è soggetto a un importante stress termico che, nel tempo, può causarne il malfunzionamento o addirittura la rottura, con il conseguente risultato che l’auto non passa più il test di revisione all’opacimetro. Il FAP, inoltre, può danneggiarsi anche in caso di incidente, colpi al sottoscocca eccetera. In ogni caso, anche il FAP ha una sua vita che, a seconda dei modelli, è  stimata in quaranta, ottanta o centoventi mila chilometri.

Sterzo e sospensioni: una joint-venture utile
Altra novità annunciata ad Equip Auto è la joint-venture stretta tra Delphi eTeknorot, azienda turca produttrice di componenti sterzo e sospensione. Il settore sterzo ha visto per molti hanni impegnata Delphi, ma si trattava perlopiù di investimenti in ricerca e prodotti destinati al primo equipaggiamento (come lo sterzo elettrico). Oggi, invece, grazie a questo accordo, Delphi si concentra sull’aftermarket. I prodotti proposti: braccetti, testine sterzo eccetera, sono infatti realizzati da Teknorot su specifiche Delphi, che poi verificano anche la qualità del prodotto finale. Tra i plus dell’offerta Delphi, a detta dei manager che ne hanno curato il lancio del prodotto, c’è sicuramente la competenza di un gruppo multinazionale che può vantare ottimi rapporti con le case auto e quindi garantire al 100% la qualità del primo equipaggiamento.

Photogallery