Articoli | 06 Dicembre 2019 | Autore: redazione

Consigli all’officina per la manutenzione della batteria
I picchi di temperatura, verso l’alto così come verso il basso, sono un elemento di forte stress per la batteria del veicolo, in quanto accelerano l’auto-scarica, spesso danneggiando l’accumulatore in modo permanente.

In inverno, quando il motore ha bisogno di più energia per avviarsi, rallentano anche le reazioni chimiche all’interno della batteria stessa, causando di fatto una perdita di potenza e prestazioni. Inoltre, la presenza a bordo di numerosi dispositivi di infotainment e di assistenza alla guida, così come i dispositivi Stop&Start per la riduzione delle emissioni moltiplicano le sollecitazioni su accensione e avviamento.

Tutte queste condizioni rendono necessaria una maggior attenzione allo stato della batteria.

Ecco alcuni consigli di Exide Technologies per permettere alle batterie di durare più a lungo, mantenendo inalterate le prestazioni.

“Innanzitutto - spiega Guido Scanagatta, senior product manager transportation EMEA di Exide Technologies - è fondamentale scegliere il modello corretto, che sia conforme ai requisiti del costruttore e si adatti allo stile di guida”.
A tale scopo, Exide mette a disposizione dell’autoriparatore lo strumento Battery Finder Online, per trovare velocemente la batteria idonea nell’ampia gamma offerta dall’azienda.
Per ovviare al rischio che il cliente rimanga a piedi, è necessario verificare lo stato di carica della batteria, attraverso un apposito tester, come ad esempio il modello EBT965P di Exide.
 

Consigli per l’autoriparatore

Di seguito ecco i consigli Exide per l’officina per diagnosticare e prevenire guasti della batteria.
I problemi della batteria possono essere individuati e risolti sia in inverno sia durante il resto dell’anno con l'aiuto di un tester avanzato:

1. Controllo della batteria
Inserire la batteria nella lista dei controlli di routine invernali dei veicoli:
• Per valutare le perdite di tensione, controllare la tensione della batteria, quindi ricaricare se necessario
• Pulire la batteria per contribuire a evitare danni e scariche profonde
• Coprire leggermente i morsetti e i poli della batteria con grasso al rame per evitare l’ossidazione del piombo acido
• Stringere i collegamenti della batteria e regolare i morsetti
• Possibilmente, tenere l’auto (e la batteria) in un luogo fresco e asciutto (0–25°C).

2. Livelli da verificare
• La tensione di una batteria auto completamente carica dovrebbe essere di 12,7 V o superiore. Una tensione di 12.5 V o inferiore indica che la batteria ha iniziato a scaricarsi. Per ottenere una lettura attendibile della tensione della batteria, assicurarsi che l’auto sia rimasta ferma per qualche ora a motore spento, preferibilmente per tutta la notte.

3. Scegliere un tester intelligente
• Man mano che la richiesta di assistenza per la batteria aumenta, in linea con le esigenze più elevate di energia da parte dei veicoli di oggi, un tester batteria avanzato può aiutare le officine a distinguersi dalla concorrenza.
Nello specifico qui segnaliamo il tester batteria EBT965P di Exide Technologies, strumento innovativo e pronto per il futuro, che offre una serie di funzionalità a valore aggiunto.
• Il tester è adatto all’uso su batterie EFB, AGM, GEL e tradizionali al piombo fino a 3000A per veicoli leggeri, commerciali, marittimi e per il tempo libero.
• Lo strumento può anche eseguire un test di sistema e determinare se l'alternatore, il regolatore di tensione e il sistema di ricarica generale funzionino a dovere. Un alternatore che non funziona alla perfezione non ricarica correttamente la batteria durante la guida, con conseguente riduzione dello stato di carica medio e della capacità e l’insorgere di guasti prematuri.
• La tecnologia Conductance Profiling™ del tester batteria è stata sviluppata appositamente per diagnosticare se la batteria sia in grado di fornire carica per un tempo prolungato. Attraverso l’impiego di algoritmi avanzati validati sui prodotti Exide, è possibile valutare l’energia residua disponibile nella batteria per alimentare i dispositivi elettrici del veicolo. Il tester, inoltre, consente alle officine di suggerire al cliente quando sia necessario ripetere il test della batteria – anche quando è ancora possibile avviare il motore e prima che il cliente noti sintomi evidenti. I risultati del test possono essere condivisi con l’automobilista sia via e-mail, sia attraverso un report stampabile grazie alla stampante integrata nello strumento.
 

Consigli per l’automobilista

Di seguito, invece, una serie di consigli da dare al cliente automobilista per la cura della batteria nella stagione invernale.
Quando le batterie sono mantenute ben cariche, la loro durata di vita aumenta. Questo si traduce in minori costi e disagi per l’automobilista oltre a un minor impatto sull’ambiente.

1. Evitare la scarica profonda
Se i clienti hanno un sistema start-stop e guidano regolarmente per brevi viaggi, con il passare del tempo la loro batteria potrebbe perdere la carica. Ricaricare la batteria di tanto in tanto, per almeno 12 ore ogni volta, utilizzando il caricatore intelligente Exide 12/7 risolverà questo problema e prolungherà la durata della batteria. Exide 12/7 viene fornito con una coppia di cavi che possono essere fissati in modo permanente ai morsetti della batteria per facilitarne la ricarica.

2. Proteggere la batteria
Mantenerla pulita. Nel tempo, la polvere crea uno strato conduttivo tra i morsetti che può aumentare considerevolmente il tasso naturale di auto-scarica. I poli positivo e negativo dovrebbero essere leggermente spalmati di grasso al rame per essere protetti dall’ossidazione.

3. Controllare i collegamenti
A lungo andare, le vibrazioni possono allentare i collegamenti della batteria. Controllare di tanto in tanto che siano ben stretti per evitare che si scolleghino durante la marcia oppure che si creino scintille in fase di avviamento.

4. Proteggere la batteria quando non è in uso
Le batterie non in uso si scaricano lentamente. Innanzitutto, gli automobilisti dovrebbero assicurarsi che la batteria sia completamente carica e ricaricarla occasionalmente qualora l’auto rimanga ferma per lunghi periodi. Ciò impedirà alla batteria di perdere la capacità di accumulo di energia e prolungherà la sua durata. Se possibile, tenerla in un luogo fresco e asciutto (tra 0-25°C).

5. Scegliere la batteria ottimale per la sostituzione
Una buona manutenzione prolungherà la durata della batteria ma arriverà inevitabilmente il momento in cui sarà necessario sostituirla, preferibilmente prima di rimanere fermi sul ciglio della strada! I consigli dei professionisti dell’officina consentiranno ai clienti di scegliere la batteria ottimale per le proprie esigenze. La corretta batteria può essere trovata in modo rapido e semplice grazie al pratico Battery Finder Online di Exide, che presenta una moderna interfaccia utente.
 

La gamma batterie di Exide

Exide offre una gamma completa di batterie, in grado di soddisfare le esigenze di qualsiasi applicazione.
L’offerta comprende accumulatori al piombo (Standard e Premium), EFB (Enhanced Flooded Battery) e AGM (Absorbent Glass Mat, sia principali sia ausiliarie per sistemi start-stop).
Segnaliamo inoltre che Exide utilizza il carbonio come additivo chimico.
Per le auto con motori moderni dotati di equipaggiamenti elettrici avanzati, Exide ha sviluppato le batterie Premium Carbon Boost 2.0, che si ricaricano due volte più velocemente rispetto alle batterie convenzionali.
Le batterie Exide EFB con Carbon Boost 2.0 supportano anche tutti i veicoli che richiedono ciclaggio elevato, che abbiano o meno il sistema start-stop.
 

Photogallery

Tags: batteria exide tester batterie

Leggi anche