Trade News | 04 Agosto 2020 | Autore: redazione

Economia circolare: PSA Aftermarket acquisisce la portoghese Amanhã Global

PSA Aftermarket spinge sull’economia circolare e acquisisce la portoghese Amanhã Global. Obiettivo: triplicare il fatturato entro il 2023 in questo segmento di mercato.
 

A Equip Auto 2019, PSA Aftermarket ci aveva presentato ufficialmente la gamma Renew, la prima offerta di prodotti e servizi del costruttore per il settore Reman. Un settore, quello dell’economia circolare, a cui Groupe PSA presta particolare attenzione con investimenti ad hoc.

È di questi giorni, infatti, la notizia che PSA Aftermarket ha acquisito la portoghese Amanhã Global e la sua piattaforma di e-commerce B-Parts.com, acquisendo una quota di maggioranza del capitale della società.
Con l’acquisizione di Amanhã Global, noto player di Porto specializzato nei componenti di riciclo, perciò, PSA Aftermarket spinge sull’economia circolare con l’obiettivo di triplicare il fatturato entro il 2023. In particolare, l’azienda portoghese opera in ben 15 paesi e ha clienti B2B e B2C.

La nota ufficiale, inoltre, segnala che la struttura organizzativa di Amanhã Global rimarrà invariata e che sistematicamente verranno ricercate sinergie con le varie entità che compongono l'ecosistema Aftermarket di PSA.

Nuove opportunità di business

Questa acquisizione, dichiara Groupe PSA, completa il sistema esistente di PSA Aftermarket nell'area dei componenti di riutilizzo (Reuse), che è uno dei tre pilastri dell'economia circolare insieme a riparazione (Repair) e ricondizionamento (Reman), le "3R "di questa economia in forte espansione.

Nel gennaio 2019, inoltre, PSA ha firmato un accordo di partnership con la francese INDRA per accelerare e facilitare il riutilizzo di pezzi di ricambio rigenerati.
Questi due sistemi altamente complementari forniscono quindi a PSA Aftermarket una copertura di mercato e competenze di riferimento a livello internazionale.
Questa acquisizione alimenta inoltre l'ambizione che PSA Aftermarket si è prefissata, ovvero di triplicare il proprio fatturato nell'economia circolare tra il 2018 e il 2023.
 

Cambio del modello di business

L'acquisizione di Amanhã Global fa parte del cambiamento nel modello di business di PSA Aftermarket, il cui obiettivo è più che mai soddisfare le aspettative di tutti i clienti post-vendita in tutto il mondo, indipendentemente dal loro potere d'acquisto, dalla marca o dall'età del loro veicolo. Grazie a questa acquisizione, PSA Aftermarket intende essere in grado di fornire pezzi di ricambio di autoveicoli adatti a ogni tipo di budget, in tutti i mercati globali.

Questo approccio contribuirà, inoltre, attivamente alla riduzione dell'impronta ambientale di PSA Aftermarket e di Groupe PSA, in quanto le parti di riutilizzo, sottolinea l’azienda, assicurano una riduzione del 100% delle materie prime utilizzate rispetto alla produzione di nuove parti.
 

La parola alle due aziende

Christophe Musy, senior vice president di PSA Aftermarket, ha dichiarato: "La nostra strategia è soddisfare le aspettative di tutti i clienti post-vendita in tutto il mondo, indipendentemente dal loro potere d'acquisto, dal marchio e dall'età del loro veicolo. Questo investimento ci consente di entrare nel cuore della catena del valore delle parti di riutilizzo, che è uno dei tre pilastri dell'offerta dell'economia circolare. Rafforza, quindi, la nostra offensiva globale con l'obiettivo di essere leader sia nel ricondizionamento (Reman), sia nella riparazione (Repair), sia nel riutilizzo (Reuse), al fine di rispondere in modo pertinente ai clienti di tutto il mondo interessati a un'offerta alternativa economica e responsabile. Groupe PSA è fermamente impegnata a ridurre la propria impronta di carbonio, fino alla manutenzione del veicolo".

Manuel Araújo Monteiro e Luis Sousa Vieira, amministratori delegati di Amanhã Global, hanno commentato: “B-Parts è il leader europeo nelle componenti di auto usate. L'acquisizione da parte di PSA è un accordo vantaggioso per entrambe le parti che ci consentirà di cambiare dimensione: per PSA perché è il primo produttore ad assumere una posizione sul mercato delle parti usate e per B-Parts un'opportunità unica per accedere alla rete clienti di PSA. Questo accordo promuove il modello B-Parts e ci consentirà di accelerare il nostro sviluppo in aree geografiche diverse dal mercato europeo. Questo è il nostro obiettivo comune per i prossimi anni".

Photogallery

Tags: psa economia circolare

Leggi anche