News | 18 Maggio 2020 | Autore: redazione

Consigli Clarios, batterie: controllarle conviene

Oggi più che mai il controllo della batteria dovrebbe diventare un’operazione di routine ogni volta che un veicolo entra in officina: è questo il suggerimento di Clarios, proprietario del brand VARTA.

Oggi che le misure restrittive sono state allentate, controllare lo stato di carica della batteria, anche se l’auto entra in officina per tutt’altro, è fondamentale per l’automobilista e offre un’ottima opportunità di business all’autoriparatore.

Clarios è perciò convinta che controllare gli accumulatori conviene: non solo si offre un servizio efficiente ai clienti, ma si può aumentare il proprio business e si guadagna in termini di immagine e professionalità.
Con l’avvio della Fase 2 hanno ripreso a circolare più veicoli, mezzi che sono stati in “quarantena” per mesi e che potrebbero avere problemi alla batteria nel momento della ripartenza.

Ma che cosa bisogna considerare quando si avvia la macchina dopo un lungo periodo di inattività dovuto al Coronavirus? Ecco una serie di consigli di VARTA, utili informazioni che gli autoriparatori possono condividere con i propri clienti.

“Non c’è motivo di cui preoccuparsi se la batteria è in buone condizioni,” è il messaggio di Ulrich Germann, technical training manager di Clarios. “Quando le persone sono in vacanza, per esempio, non è inusuale che non utilizzino la macchina per diverse settimane,” spiega Germann. "Dunque, lo standard europeo sulla batteria stipula che le batterie devono essere in grado di fare fronte a questa situazione e ritornare alla normale funzione dopo lunghi periodi di inattività. Una batteria in buone condizioni si scarica di meno del 3% al mese. La situazione diventa critica quando lo stato di carica scende al di sotto di 12.4 volts.”
 

Mantenere la batteria il più carica possibile 

Tuttavia, sempre più dispositivi elettrici stanno mettendo a dura prova la batteria, anche quando il veicolo è inattivo. Questo perché alcuni dispositivi rimangono in standby anche quando l'auto non è in uso, come i sistemi di allarme e di accesso senza chiave, che sono permanentemente in modalità di ricezione.

E comunque, secondo le statistiche di Clarios, il 34% delle batterie testate in Europa è già in condizioni non ottimali. Pertanto, Germann raccomanda agli automobilisti di seguire alcuni semplici suggerimenti per mantenere la batteria il più carica possibile:
“Se l'automobile è parcheggiata a lungo, le portiere e il bagagliaio devono essere chiusi. L'auto entrerà quindi in modalità di sospensione e il consumo di energia di tutti i dispositivi elettrici sarà ridotto al minimo assoluto”. Le portiere e il bagagliaio dovrebbero essere aperti solo quando veramente necessario. La loro apertura attiva i dispositivi elettrici, che consumano quindi notevoli quantità di elettricità prima di tornare in modalità di sospensione.

"Bisogna mantenere la batteria asciutta e pulita, poiché lo sporco e l'umidità tra i poli accelerano la scarica della batteria." Se l'auto viene utilizzata solo per brevi viaggi, è importante ridurre il numero di dispositivi durante la guida: “Spegni la radio e usa i finestrini e il tetto apribile elettrici il meno possibile e accendi il sistema di climatizzazione solo a basso livello”. Questo perché tutti questi dispositivi assorbono energia che può essere meglio utilizzata per caricare la batteria.

"Anche se una batteria è facilmente accessibile, è meglio caricarla piuttosto che scollegarla e rimuoverla", consiglia Germann. I sistemi elettronici nei veicoli più recenti, in particolare, possono attivare messaggi di errore o perdere dati in caso di interruzione dell'alimentazione. Ciò può richiedere una visita in officina per il reset. "È sufficiente controllare la tensione di volta in volta e ricaricare la batteria non appena scende sotto i 12,4 volt", spiega Germann.

In linea di principio, raccomanda di controllare periodicamente le batterie più vecchie presso un'officina specializzata, soprattutto se il veicolo è rimasto inutilizzato per lungo tempo. Alcune officine VARTA offrono questo servizio gratuitamente. Utilizzando la funzione di ricerca sul sito (clicca qui), gli automobilisti possono trovare rapidamente il meccanico VARTA più vicino per un controllo gratuito della batteria. VARTA supporta le officine con un programma di controllo dei test della batteria.

Photogallery

Tags: batteria varta clarios

Leggi anche