Approfondimenti | 23 Maggio 2019 | Autore: Approfondimento tecnico a cura di Tekné Consulting

Problemi di sensori su Yaris ibrida

Se all’improvviso appaiono segnali di allerta nel quadro strumenti di una Toyota Yaris ecco cosa sta succedendo e come risolvere il problema.

 

Il parco vetture italiano ha visto crescere negli ultimi tempi il numero di veicoli ibridi e puramente elettrici (in misura di gran lunga minore rispetto ai primi, ma comunque molto significativa), tanto da rappresentare di fatto una fetta importante del panorama automobilistico.

Una piccola “regina” di questa parte di mercato è senza dubbio la Toyota Yaris ibrida, vettura che deve il suo successo alla propria versatilità ed efficienza espressa sia in città (dove si registra un buonissimo risparmio di carburante) sia in tragitti più lunghi.
Di conseguenza, i veicoli ibridi sono ormai una realtà per il mondo delle autofficine indipendenti, che per questo hanno ora a che fare anche con componenti e impianti funzionanti in alta tensione con le relative “nuove” problematiche ad essi associate.

Come ogni sistema, anche la parte in alta tensione di queste auto può essere affetta da malfunzionamenti, che per altro sono particolarmente penalizzanti per il normale uso della vettura. Contrariamente a quanto si potrebbe credere, infatti, se la parte di alta tensione è fuori uso (qualsiasi sia il tipo di avaria) in molti casi in un’autovettura ibrida non si ha la possibilità di utilizzare nemmeno il motore a combustione, e ciò significa rimanere completamente in panne.
 

Avaria del sistema e codici guasto

Per avere idea su cosa si potrebbe verificare su tali vetture, approfondiamo l’aspetto tecnico - diagnostico a proposito di quanto si verifica proprio sulla Yaris: il modello specifico è il P13 (la terza serie restyling), con codice motore 1NZ-FXE.

Durante la marcia, improvvisamente sul quadro strumenti compaiono alcune spie di avvertimento ed avaria (figura 1).
Il guidatore inoltre può avvertire un calo delle prestazioni del sistema di trazione (che su queste vetture è misto, sia elettrico che endotermico). Ulteriormente, sul display del sistema multimediale (al centro della plancia), nella schermata dedicata al controllo del sistema ibrido, scompaiono le frecce animate dei flussi di potenza elettrica e meccanica durante il funzionamento dell’auto (figura 2), che invece sono normalmente presenti (figura 3).
Le spie che si accendono (visibili in figura 1) sono quelle relative alla centralina del motore termico, del sistema ABS/ESP, del sistema di pre-collisione, e della centralina di gestione della parte ibrida.
L’avaria si presenta senza alcun preavviso, e può verificarsi in presenza di disconnessioni ripetute della superficie stradale.
L’accensione delle spie e i problemi descritti comportano inevitabilmente la generazione di una serie di errori in alcune centraline del veicolo.

Nel sistema ABS vengono memorizzati due codici:
- C1259: guasto recupero sistema controllo HV;
- C1310: guasto sistema HV.

Mentre in centralina sistemi multimediali (radio, navigatore, infotainment), è presente un solo errore:
- C1A63: guasto ad altri sistemi.

Infine, la centralina principale del veicolo, ossia quella del sistema ibrido, riporta due codici diversi, ma che si riferiscono a un unico componente:
- P0AC2: circuito alto sensore corrente pacco batteria ibrido;
- P0AC0: gamma/prestazioni circuito sensore corrente pacco batteria ibrido.
 

Il sensore del pacco batteria

Il responsabile dell’avaria è il sensore di corrente del pacco batteria ad alta tensione.
Il sensore in questione è una sorta di amperometro che misura istantaneamente la corrente di carica e scarica del pacco batteria del sistema ibrido. È posto dalla parte lato guida della batteria, nella zona dove è posizionata anche la ECU sempre della batteria (figure 4 e 5).

Nel caso specifico, il connettore elettrico del sensore con le vibrazioni acquista nel tempo un certo lasco, che con le eventuali sollecitazioni generate dalle irregolarità del fondo stradale si disconnette temporaneamente.
In primis all’ECU del sistema ibrido e, siccome il dato viene inoltrato su rete CAN, anche a tutti i nodi elettronici principali della vettura viene così a mancare un’informazione fondamentale circa l’entità del bilancio dei flussi elettrici del veicolo.
Per questo motivo, e data anche la diretta interazione dell’ECU di gestione dell’ibrido con il sistema frenante (si ricordi che su queste automobili viene sfruttata la frenata rigenerativa), anche il sistema ABS - ESP entra in avaria non potendo attuare tutte le strategie previste.

La medesima considerazione va fatta per la centralina motore, anch’essa strettamente interagente con quella dell’ibrido.
Lo stesso dato inerente la corrente di carica e scarica viene a mancare anche all’impianto multimediale, che quindi non riesce più a visualizzare correttamente le frecce indicanti i flussi di energia tra i vari comparti del sistema ibrido.
 

Il ripristino del sistema

Il ripristino del normale funzionamento della vettura è abbastanza semplice, ma rende necessario l’intervento sul cablaggio e il connettore del sensore.
È bene evidenziare che la zona dove si interviene è sotto alta tensione, per cui la riparazione deve essere svolta da personale con qualifica PES - PAV.
Per accedere al componente occorre rimuovere la panchetta e le protezioni inferiori in plastica dei posti posteriori, smontarne anche il supporto tubolare (ben visibile nelle immagini), e quindi togliere il piccolo coperchio in lamiera che protegge il sensore e la centralina della batteria (come mostrato).
Una volta raggiunto il sensore, basta verificare lo stato del connettore ed eventualmente rinsaldarne i collegamenti a spina.
Controllare anche la bontà dei cablaggi. Il sensore riprende così a svolgere la normale funzione.
A completamento della riparazione, cancellare i codici guasto memorizzati precedentemente nelle centraline interessate.

Photogallery

Tags: teknè

Leggi anche

APPROFONDIMENTI | 19/06/2019Centralina multifunzione Mini in tilt
APPROFONDIMENTI | 06/03/2019Classe A: ventole che non si fermano