News | 30 Maggio 2019 | Autore: Alessandro Margiacchi

​Denso e l’aftermarket: il connubio è vincente
In uno stand diverso dal solito, proiettato al futuro, Denso ad Autopromotec 2019 si è presentata come un’azienda che non vuole “rincorrere” il mercato, ma che vuole anticiparlo, introducendo ricambi che saranno importanti sui veicoli del futuro.

Qui ci ha accolto Jean Claude Dal Grande, aftermarket business unit director di Denso, che dopo averci illustrato il concept alla base dello stand, quest’anno allestito anche con un’area “emozionale”, ci ha raccontato le nuove strategie della società giapponese.
Ciò che è emerso è che il componentista giapponese sta mostrando una sempre maggiore attenzione al mercato aftermarket, un mercato che per Denso vale più di 4 miliardi di euro (a livello globale): il 10% del turnover complessivo.

L’azienda, dunque, spinge sul canale post vendita e punta ad essere sempre più vicina agli autoriparatori di oggi e di domani con prodotti di elevata qualità e un servizio logistico all’altezza del suo prestigioso brand. “Vogliamo anticipare i bisogni dei clienti. Termico e motorini sono i nostri fiori all’occhiello, ma vogliamo affiancare tutto ciò che riguarda la sensoristica (mercato importante sia in primo impianto sia in aftermarket). Insomma, siamo al lavoro per sviluppare gamme orientate al futuro”, ha dichiarato Jean Claude Dal Grande.

Questa “ventata” di novità poi dovrà essere anche trasmessa alla filiera e per questo motivo Denso intende, oggi più che mai, trasmettere il suo know-how alla supply chain attraverso servizi di formazione continui dedicati alle nuove tecnologie. Aiutare, quindi, i clienti a capire su cosa migliorare e su cosa investire, non perdendo mai di vista l’attenzione alla qualità del prodotto. Un’attenzione, che secondo Jean Claude Dal Grande, si sta riducendo: “Oggi viviamo un business schiacciato, la logistica la fa da padrone. La qualità sta passando in secondo piano e noi non vogliamo che questo accada. Accettiamo la sfida che il mercato ci lancia ogni giorno, ma vogliamo proporci come un’azienda sinonimo di qualità e partner dei suoi clienti, non un semplice fornitore”.

Alessandro Leone, OES sales manager di Denso, ha poi ribadito il concetto di quanto Denso sia un’azienda legata al primo impianto, ma che osserva con un occhio di riguardo il mercato aftermarket. Questo interesse si concretizza soprattutto con il continuo aumento di linee di prodotto per le officine indipendenti. “Non siamo più solo Thermal Systems. Alla gamma tradizionale del termico stiamo potenziando l’assortimento con altrettante famiglie di prodotto che vanno dalla sensoristica, agli iniettori fino ai prodotti HD. Ci saranno, dunque, gamme sempre più complete e più profonde, non dimenticando mai la nostra realtà CTR”, ha commentato Alessandro Leone.

Jean Claude Dal Grande, infine, ha concluso così l’incontro con la stampa: “Miriamo a dar valore all’integrazione che Denso ha sui territori dell’innovazione e della tecnologia sul grande tema dell’auto del futuro. Guida autonoma, impatto ambientale e cambiamento dei modelli di utilizzo dell’auto, infatti, sono solo alcuni touchpoints sul quale Denso sta lavorando da tempo. La direzione è questa e noi di Denso vogliamo esserci, vogliamo fare la differenza”.

Photogallery

Tags: denso CTR autopromotec autopromotec 2019

Leggi anche