Approfondimenti | 09 December 2021 | Autore: ​Approfondimento tecnico a cura di Tekné Consulting

Cavi danneggiati su Mercedes Classe A

Ecco l'approfondimento tecnico a cura di Tekné Consulting: "Cavi danneggiati su Mercedes Classe A".


Sulle vetture moderne è risaputo che l’elettronica gioca un ruolo chiave, a cominciare dalla gestione motore, passando per tutti i dispositivi di sicurezza e per arrivare ai tanto gettonati sistemi infotainment.

Nel tempo, la tecnica automotive ha reso gli impianti elettronici delle nostre auto sempre più robusti e affidabili, ma ci possono essere dei casi in cui tutto sembra essere perduto, come quando il tecnico rileva in diagnosi una lunga lista di errori che interessano più sistemi contemporaneamente.

Questo genere di problemi è originato, di solito, da batterie non idonee o non più efficienti, alternatori o centraline fuori uso oppure da maldestri interventi sulla vettura.
Con meno frequenza, ciò può essere provocato anche da danni ad alcuni cablaggi, sia per usura in seguito a vibrazioni che per difetti dovuti ad errori in fase di progettazione o assemblaggio della vettura. La difficoltà maggiore per il tecnico che deve riparare l’auto è quello innanzitutto di capire che il difetto possa avere questa causa e scovare poi qual è il cablaggio che ha subito danni e in che zona della vettura si trovi.
 

Il caso della Mercedes Classe A

Per avere un esempio pratico di quello che accade, sulla Mercedes Classe A (modello 176) il responsabile di una problematica simile è un grosso fascio cavi posto all’interno dell’abitacolo.

L’avaria si manifesta generalmente con il recovery del motore, con il quadro strumenti che improvvisamente si spegne e il sistema infotainment che si disattiva sporadicamente.
Come descritto poco prima, una ricerca diagnostica restituisce una lista di codici guasto con tutti o alcuni dei seguenti codici:
  • U0416-FD: segnale can sensore pedale acceleratore;
  • C3212-00: uno o più segnali inviati dalla centralina di comando motore tramite il bus CAN non sono plausibili;
  • C03A4-00: il messaggio CAN della centralina di comando motore è errato;
  • U0415-86: centralina comando di trazione;
  • B129F-15: il cavo del segnale (SSK_STAT) della centralina di comando. Sistema di trazione presenta un’anomalia di funzionamento. È presente un cortocircuito su positivo o un’interruzione;
  • U0100-00: comunicazione con modulo controllo motore (ECM) interrotta.
Per chiarezza, l’errore U0415-86 viene rilevato solo e soltanto se la Classe A è equipaggiata con il motore Renault 1,5 dci (codice francese K9K, tedesco 607951), in quanto la “centralina comando di trazione” è presente esclusivamente in abbinata a questa motorizzazione.

Dato che il guasto riguarda anche un cavo di alimentazione, è utile chiarire quali siano i punti di distribuzione della potenza elettrica dell’auto (vedi foto 1 e 2 in Photogallery):
  • una scatola pre-fusibili nel vano motore (accanto alla batteria);
  • la centralina SAM anteriore, posta nel vano motore lato guida;
  • una portafusibili e relè interna all’abitacolo, zona vano piedi passeggero.
La fusibiliera dell’abitacolo, tra l’altro, si trova accanto alla batteria di backup della vettura.
Prima di mettersi all’opera sui cablaggi, però, è importante sapere che le cause del guasto, benché con minori possibilità, possono essere anche altre.
Tutti i codici guasto, infatti, sono eventualmente generati da una carica eccessiva dell’alternatore, quindi va eseguita una verifica preliminare della tensione generata con il motore al minimo, che non deve essere superiore a circa 14,2 V.

Inoltre, l’errore U0416-FD potrebbe avere ancora una causa alternativa, ossia lo stesso pedale acceleratore che, per via di alcune connessioni lente, trasmette in maniera erronea il segnale generato. Per cui si deve provvedere a controllare il cablaggio e le spinette del suo connettore ed eliminare eventuali laschi.

Ma se questi controlli risultano in ordine, allora la fonte del problema è senza dubbio il fascio cavi della portafusibili abitacolo, il quale risulta danneggiato nel settore tra la scatola stessa e la fiancata sinistra nel vano piedi passeggero anteriore. Da fabbricazione, il fascio è appoggiato sul bordo della lamiera e con le vibrazioni si può lesionare (foto 3 in photogallery).
Se l’entità del danno lo permette, il cablaggio può essere riparato, ma se la lesione è di una certa portata, allora è necessario sostituire l’intera porzione di cavo, che viene comunque data come ricambio dal costruttore.

Photogallery

Tags: teknè

Leggi anche

APPROFONDIMENTI | 17/06/2021Sistemi e-Hdi: avarie all’impianto