Articoli | 03 Febbraio 2021 | Autore: Testo a cura dell’azienda

​Consorzio PDA: “febbre a 40”

Superato positivamente un 2020 difficile e pieno di insidie per tutti, con stop e false ripartenze dovute alla pandemia, il Consorzio PDA si appresta ad affrontare il 2021 forte delle nuove energie infuse dall’arrivo di 10 nuovi soci, che dal 1° gennaio sono entrati a far parte del Consorzio. 

 

Con l’ingresso di queste nuove società – otto delle quali provenienti dal settore auto e due dal segmento dei veicoli pesanti - il Consorzio PDA arriva a contare un totale di 40 distributori operanti nella distribuzione ricambi auto e truck.

“È sempre positivo avere la possibilità di confrontarsi con nuovi personaggi del settore. Pur avendo lo stesso background, chi arriva nel Consorzio da altre realtà porta punti di vista nuovi e idee fresche - afferma il direttore del Consorzio, Claudio Santin. - Lo scambio di opinioni tra soci è uno dei punti di forza del Consorzio, che permette a tutti di condividere le problematiche e trovare insieme soluzioni utili a tutti.” 
 

I nuovi ingressi sono:
    • Nuova E.C.I. Srl (Milano);
    • FI-DI Ricambi Srl (Roma e Pero, MI);
    • Orma Srl (Nuoro);
    • Raff Sas di Del Prete Michele & C. (Casoria, NA);
    • Redcar Srl (Roma e Calenzano, FI);
    • Svet Srl (Modugno, BA);
    • Sicilmotors Srl (Catania);
    • Commerciale Lucana Lamiere e Paraurti Srl (Senise, PZ);
    • Sciarrone SpA (Gioia Tauro, RC);
    • I-Parts Srl (Torino).

Anche a causa dell’anno pandemico appena trascorso, alcune aziende hanno dovuto ritirarsi dalle scene della distribuzione aftermarket o comunque uscire dal Consorzio. In una nota stampa, la direzione ha comunicato: “A tutti loro vanno i ringraziamenti del gruppo PDA, per il percorso svolto insieme in questi anni con reciproca soddisfazione. Resta sempre la stima a livello personale e professionale.”

Claudio Santin prosegue: “Il Consorzio PDA nel 2021 avrà una grossa sfida da portare avanti, perché 40 distributori sono un impegno importante. È un grosso banco di prova anche per me, perché è una ulteriore occasione di crescita. L’obiettivo che ci siamo prefissati è quello di arrivare a fine 2021 avendo raggiunto una copertura territoriale ottimale, stiamo lavorando per mappare ogni regione italiana trovando il giusto equilibrio nella distribuzione. Ma soprattutto voglio dare al gruppo una connotazione ben stabilita e fissa sulla progettualità e mettere in atto quelle intuizioni che coltiviamo già da qualche tempo. Uno di questi progetti – ad esempio – riguarda lo sviluppo della carrozzeria, con l’ingresso del nuovo socio Commerciale Lucana Lamiere e Paraurti, un altro è diretto verso il settore elettrico ed elettronico, ma ce ne sono tante altre che voglio portare avanti. Abbiamo tracciato un sentiero, ora aspetto solo che la squadra lo segua."

Photogallery

Tags: distribuzione ricambi consorzio pda distribuzione ricambi vi

Leggi anche