Articoli | 01 Ottobre 2005 | Autore: David Giardino

Indagine Tenneco Monroe: in Europa il 50% degli ammortizzatori sono scarichi

16.500 i veicoli testati da Monroe in Germania, Italia e Benelux tra gennaio 2004 e marzo 2005: quasi la metà con una percorrenza superiore ai 100.000 chilometri ha gli ammortizzatori inefficienti.

Agli inizi di luglio 2005, Tenneco Automotive con il brand Monroe ha presentato i risultati, ancora parziali, della campagna di sensibilizzazione dedicata all’automobilista iniziata con i Testing Van in tre Paesi europei. I test hanno dato risultati molto preoccupanti in termini di sicurezza: quasi la metà dei veicoli in due Paesi come l’Italia e la Germania, che hanno il circolante fra i più ampi d’Europa, hanno gli ammortizzatori scarichi.
Questa grave situazione, che probabilmente sarà confermata anche nelle altre nazioni che saranno interessate dal monitoraggio, mette in luce la preoccupante condizione in termini di sicurezza in cui si trovano milioni di veicoli che circolano abitualmente sulle strade di tutte le città.
Dai test di frenata e accelerazione realizzati confrontando ammortizzatori al 50% con quelli in piena efficienza è evidente che la risposta dell’autoveicolo risulta compromessa, allungando la frenata di alcuni metri anche a velocità contenute. Il controllo su strada della vettura è comunque strettamente correlato al buono stato degli ammortizzatori, che, se in perfetta efficienza, permettono una più facile manovra di emergenza all’automobilista in caso di un ostacolo improvviso.
Per dare una dimostrazione concreta di quanto emerso dai test, Tenneco ha organizzato un evento specifico destinato ai giornalisti della stampa specializzata. In una due giorni di prove su pista nel circuito di Montpellier (Francia), abbiamo potuto verificare di persona cosa significa guidare una vettura con gli ammortizzatori scarichi. Infatti, lo stesso modello di autovettura, ma con ammortizzatori scarichi al 50%, spinto in alcune curve improvvise, risultava difficilmente controllabile rispetto a quello con gli ammortizzatori efficienti.
Le sorprese non sono mancate anche in fuoristrada; abbiamo testato delle 4X4 equipaggiate con ammortizzatori inefficienti e altre con l’ormai famoso Kinetic di Monroe. Il risultato è stato più che eloquente e ha permesso di verificare come gli stessi passaggi tecnici venivano affrontato con disinvoltura dai veicoli equipaggiati con Kinetic, mentre gli altri con gli ammortizzatori scarichi avevano difficoltà di contatto continuo con il terreno e a volte si accentuava il rischio di capottamento.
Per ultimo abbiamo potuto vedere, ma non provare direttamente, il sistema CES (Continuosly Controlled Elettronic Suspension). Questo sistema di sospensioni semi-attive sviluppato in collaborazione con Ohlins Racing, garantisce un ottimale bilanciamento della vettura, non trascurando il comfort di guida a seconda dello stile dell’automobilista. È montato come optional sulle Audi A6, mentre Volvo lo propone di serie sulle vetture sportive S60 R e V70 R. Rimane opzionale sui modelli Volvo meno sportivi.
In conclusione, a fronte di quanto “toccato con mano”, ci sentiamo di dare il nostro pieno appoggio a questa iniziativa di sensibilizzazione portata avanti con impegno da Tenneco Automotive.

Photogallery