News | 25 Marzo 2020 | Autore: redazione

Liqui Moly dona 10.000 euro all’Ospedale di Bergamo
I dipendenti italiani di Liqui Moly hanno fatto una importante donazione all’Ospedale Civile di Bergamo: 10.000 euro per acquistare respiratori e apparecchiature mediche di cui hanno urgente bisogno.

"Questo è un piccolo segnale per cominciare insieme", ha detto Michele Barbirati, key account manager di Liqui Moly Italia.
Michele Barbirati e i suoi otto colleghi si sono riuniti per aiutare coloro che ogni giorno combattono la pandemia, il Coronavirus. La somma è stata integrata dai colleghi tedeschi che collaborano molto con la filiale italiana. Altri fondi sono stati stanziati dalla casa madre tedesca e da una fondazione privata di Ernst Prost, amministratore delegato del gruppo Liqui Moly. In totale, dunque, la somma ammonta a 10.000 euro.

Ernst Prost ha recentemente incoraggiato i suoi dipendenti, promettendo che nessuno perderà il posto di lavoro a causa del Coronavirus. "In questo momento molto speciale siamo felici e orgogliosi di lavorare per un'azienda che ci sostiene anche in tempi difficili", ha detto Michele Barbirati. "Ringraziamo il nostro amministratore delegato per questa luce in un momento incerto e buio. Siamo molto fortunati e pertanto vogliamo condividere questa fortuna con coloro che ne hanno più bisogno in questo periodo”.
 
Ricordiamo che l’Italia è uno dei pochi paesi in cui Liqui Moly opera con una propria filiale. Liqui Moly italia, infatti, è stata fondata solo poco più di un anno fa e in questo breve periodo ha già superato le aspettative.

Photogallery