News | 03 Aprile 2020 | Autore: redazione

Gates, tendicinghia: come prevenire la rottura di un regolatore
Quando un componente di un fornitore OE sembra guasto al momento dell'installazione, spesso si pensa che il problema possa essere riconducibile a un difetto in fase di fabbricazione. Gates, però, segnala che di fatto i componenti difettosi sono rari, ma spesso può capitare un guasto in fase di installazione.

È il caso del tendicinghia automatico T43245 (Fig. 1 in Photogallery) progettato da Gates insieme a VAG. Molti autoriparatori, infatti, lamentavano il fatto che durante l’installazione il regolatore di questo tenditore si crepava e si rompeva. Il team di assistenza e formazione tecnica di Gates ha dunque avviato un’indagine per individuare la causa del guasto.

Segnaliamo che questo tenditore automatico copre le seguenti motorizzazioni: 1.4, 1.6 e 2.0 L del gruppo VAG (Diesel, common rail). Sia il tenditore Gates sia la corrispondente cinghia di distribuzione Gates (codice articolo 5678XS) sono installati come componenti OE nel sistema di trasmissione a cinghia sincrona (SBDS) su famosi modelli quali VW Tiguan, Audi A5 e Skoda Octavia.

Procedura di montaggio

Il T43245 è noto come tenditore automatico eccentrico perché il foro di "montaggio" rotondo si trova in posizione decentrata, invece che al centro del tenditore (Fig. 2 in Photogallery). Durante l'installazione, il tenditore viene regolato mediante una brugola che si inserisce nel foro esagonale o "hex".

All'inizio della procedura di installazione, il foro di montaggio viene posizionato sopra il perno di posizionamento sul blocco motore. Un dado di bloccaggio mantiene il tenditore nella posizione corretta. Durante la regolazione dell'indicatore, il dado di bloccaggio (Fig. 3 in Photogallery) non deve essere troppo stretto. È fondamentale che sia solo "stretto a mano" come prescritto nella procedura di montaggio.

Una volta che la brugola è stata inserita nel foro esagonale, viene ruotata in senso orario. In questo modo l'indicatore si sposta verso la posizione ideale, che si trova al centro della finestra. Gli installatori che hanno riscontrato il problema riferiscono che la rottura del regolatore si verifica subito dopo aver girato la brugola, e segnalano il tenditore come difettoso.
 

L’indagine e la causa

Gates adotta sempre un approccio diagnostico per distinguere tra un sintomo e la causa principale del problema. In questo caso, l'approccio diagnostico ha identificato sia la fonte del problema sia la soluzione.

In ciascuno dei casi, il dado di bloccaggio era stato fissato troppo saldamente. Di conseguenza, man mano che veniva ruotata la brugola, il dado ruotava insieme al regolatore. Facendo quindi presa sul regolatore, generava una resistenza troppo elevata che ne determinava la rottura. 

La soluzione

Ruotare manualmente il dado in senso orario, finché non è stretto. Tenere il dado in posizione con uno strumento adeguato per impedirne il movimento (Fig. 4 in Photogallery).

Infine, ruotare il regolatore con una brugola per impostare la tensione corretta. La tensione corretta viene impostata quando l'indicatore si trova al centro della finestra.
 

Conclusione

Ecco, dunque, che Gates ribadisce il messaggio inziale: “Quando un componente di un fornitore OE sembra guasto al momento dell'installazione, spesso si presume che il problema sia un difetto di fabbricazione. Tuttavia, test intensivi e un'ampia serie di rigorosi controlli di qualità durante il processo di produzione concludono che i componenti difettosi sono, di fatto, rari. Spesso, come descritto in questo articolo, sono gli errori di installazione la causa più probabile e, nel caso del tenditore T43245, la soluzione potrebbe essere semplice”.

Segnaliamo, infine, che per vedere l’intera procedura appena descritta bisogna scansionare il codice QR riportato sulla scatola del kit PowerGrip™ Gates. È possibile, inoltre, iscriversi sul sito gatestechzone.com per ricevere tutti gli ultimi consigli tecnici direttamente nella propria casella di posta.

Photogallery

Tags: gates tendicinghia

Leggi anche