News | 18 Maggio 2020 | Autore: redazione

Flexfuel: la tecnologia Hy-Carbon per la pulizia del motore
La francese Flexfuel Energy Development crede che dopo questo lockdown forzato molti veicoli, molto probabilmente, avranno problemi di intasamento al sistema di aspirazione, al FAP, alla valvola EGR e a diversi componenti motore.

Pertanto, milioni di veicoli avranno certamente bisogno di ripristinare le funzioni motore prima della ripartenza.
L’azienda ha oggi la soluzione giusta per un tale problema. Flexfuel Energy Development, infatti, propone un trattamento semplice e veloce – la durata media è di circa un’ora e il trattamento non richiede dopo l’attivazione la presenza dell’operatore – per consentire all’officina di offrire al cliente un intervento dall’alto valore aggiunto.

Tutto questo tramite l’utilizzo di Hy-Carbon, una tecnologia per la decarbonizzazione dei motori che rappresenta una soluzione concreta, ecologica e dai costi ridotti all’inquinamento causato dai combustibili fossili, contribuendo a una significativa riduzione dei consumi.
Hy-Carbon pulisce i motori incrostati grazie all’iniezione di gas (idrogeno e ossigeno, ricavati da acqua) dal collettore di aspirazione dell’aria, un solvente naturale e potente, ma non aggressivo sui componenti che rimuove i depositi carboniosi. In questo modo viene ridata al motore la potenza originaria, senza l’utilizzo di prodotti chimici, normalmente utilizzati allo scopo. Le emissioni vengono ridotte fino al 50% e i consumi fino al 15%.

Segnaliamo che Hy-Carbon è una tecnologia brevettata a livello mondiale, omologata dal Ministero dei Trasporti Francese e da Bureau Veritas, ormai adottata da oltre 4.000 officine in tutta Europa, appartenenti anche a importanti network quale Point S e Midas, solo per citarne alcuni.

Dal punto di vista dell’officina, Hy-Carbon rappresenta senza dubbio un’opportunità per offrire un nuovo servizio all’automobilista, senza grandi investimenti in termini di costi e di risorse, dato che l’apparecchiatura è totalmente autonoma e non necessita di materiali di consumo, se non acqua ed elettricità. E il tutto in partnership con un’azienda che da oltre 10 anni lavora nel campo della riduzione delle emissioni.

La sede italiana di Flexfuel Energy, con a capo Alessandro Pastorino, lavora inoltre a stretto contatto con l‘officina partner, tramite una rete di consulenti, supportandola con formazione in loco di alto livello, attività di marketing e con un costante servizio di post-vendita.

Flexfuel Energy Development - www.flexfuel-company.it/

Photogallery

Tags: FlexFuel Energy Development

Leggi anche