News | 02 Marzo 2015 | Autore: Cristina Palumbo

Filtri: quando il marchio è Champion

Il filtro è un ricambio che “va per la maggiore”: grazie alla necessità di sostituire i filtri in fase di tagliando, infatti, il mercato è fiorente. Tra i protagonisti di questo settore c’è Federal-Mogul Motorparts, che non smentisce la sua “stoffa da campione” e propone interessanti novità in tema di filtrazione per meccanici e ricambisti.

Elemento fondamentale all’interno del “sistema veicolo” è il filtro, quel componente il cui mestiere è impedire che impurità e sporcizia possano raggiungere gli organi vitali del motore e comprometterne il buon funzionamento.
Il filtro, che sia aria, olio o carburante, sembra un elemento semplice, ma racchiude al suo interno una sofisticata tecnologia.
Federal-Mogul Motorparts, con il marchio Champion, propone una gamma completa nel programma filtri, cui si è aggiunta anche la linea dei filtri abitacolo; globalmente l’azienda assicura una copertura del circolante europeo pari al 94%. L’assortimento è in continuo aggiornamento per le diverse famiglie di prodotto; un aggiornamento che parte dal ricambio per arrivare alla confezione.
Vediamo quali sono le principali novità Champion a riguardo.

Il packaging interattivo
La filosofia di Champion è quella di offrire al cliente, già a prima vista, tutti gli elementi necessari per valutare se quello che sta cercando è proprio il filtro contenuto in quella confezione.
Il nuovo packaging, che a poco a poco andrà a sostituire tutte le confezioni, parte dal nuovo sistema di codifica applicato a tutti i filtri del brand: un soluzione per rendere ancora più semplice la corretta individuazione del filtro.
Innanzitutto, a ogni famiglia di prodotto sarà abbinato un colore: il blu per il filtro aria, il grigio per il carburante, l’arancione per il filtro dell’olio e il verde per l’abitacolo. A ciascuna di queste, poi, è abbinato un simbolo, che richiama immediatamente il tipo di applicazione.
Sulla confezione è riportato il nuovo codice, che è costruito da tre parti distinte: una sigla (prefisso) che indica la tipologia; il numero 100 (con qualche eccezione per i nuovi filtri che utilizzano materiali particolari) abbinato al vecchio codice in uso e un suffisso che dà ulteriori informazioni.
A rendere davvero interattivo il nuovo packaging è però l’introduzione del QR Code: sarà sufficiente inquadrarlo con uno smartphone per agganciarlo e far partire un video con le istruzioni di installazione.
Una soluzione estremamente pratica, soprattutto per quei filtri che spesso sono collocati in posizioni difficili da raggiungere, quando addirittura non sono quasi “nascosti”, come spesso capita con i filtri abitacolo.
Tutti i filtri prodotti quest’anno saranno confezionati nel nuovo packaging e da gennaio 2016 l’azienda spedirà solo prodotti nel nuovo imballaggio e non accetterà più resi di vecchie confezioni e codici componente.
Fino ad allora, però, i clienti potranno transitare in maniera soft nel nuovo sistema di codifica e gli ordini con i vecchi codici saranno accettati fino alla fine dell’anno, mentre i vecchi codici, e relative cross-reference, saranno disponibili ancora online tramite TecDoc e il catalogo aziendale per i prossimi due anni.

Novità: il Melt blown per il gasolio
Un’importante novità tecnologica riguarda i nuovi filtri gasolio, dotati di un media filtrante innovativo denominato Melt blown. Si tratta di un materiale filtrante sintetico multistrato, che garantisce una filtrazione per particelle fino a 3 μm, con totale separazione dell’acqua.
La sua particolare struttura e i materiali utilizzati assicurano la massima protezione del sistema d’iniezione e una vita utile del filtro superiore rispetto ai materiali standard.
La sua struttura a tre strati viene formata tramite legame termico, senza l’utilizzo di leganti e adesivi.
Tutte caratteristiche che permettono al nuovo Champion di soddisfare le esigenze dei moderni motori diesel common rail, nel primo impianto proprio come in aftermarket.

Novità: microfibre di vetro per l’olio
Compito del filtro olio è trattenere le impurità solide dell’olio motore, quali residui di combustione, particelle metalliche e altri agenti contaminanti, permettendo così un flusso continuo del lubrificante, che mantiene così inalterate nel tempo le sue proprietà.
Tutto questo Champion lo fa con una nuova struttura filtrante in microfibre di vetro. Una soluzione che assicura un incremento del 30% dell’efficienza, una riduzione del 50% delle perdite di pressione dell’olio e in generale la stabilità della pressione dell’olio nel sistema, con conseguente riduzione del lavoro delle valvole bypass. Inoltre, questa struttura, impiegata nei filtri olio d’ultima generazione, garantisce prestazioni sicure anche in caso di avviamento a freddo e una durata del filtro mediamente cinque volte superiore a quella che si ottiene utilizzando i materiali tradizionali.

Novità: la gamma filtri abitacolo
In questo caso la novità è duplice: l’inserimento di una nuova famiglia di prodotto e la tecnologia che la caratterizza.
Disponibili da quest’anno, i filtri abitacolo a marchio Champion si distinguono per la tecnologia costruttiva del telaio “flexi frame”: un telaio flessibile, che facilita l’installazione del filtro, evitando il rischio di rovinarne la forma e delle rotture accidentali.
Installazione che, anche in questo caso, può essere “guidata” grazie al video scaricabile attraversoil QR Code o alle istruzioni in formato pdf.
Particellari o ai carboni attivi, i filtri catturano particelle inferiori ai 3 μm e fermano gli odori prima che entrino nell’abitacolo: una barriera in grado di impedire al 98% delle sostanze inquinanti di farsi strada nell’aria che respiriamo all’interno del veicolo.
I 340 riferimenti in gamma offrono una copertura del circolante europeo oltre il 92%.

Photogallery

Tags: federal mogul champion

Leggi anche