News | 28 Giugno 2018 | Autore: redazione

Ovam racconta i primi sei mesi del network officine AD Service

Un primo bilancio dello sviluppo del network officine AD Service: Ovam fa il punto della situazione.
 

In occasione del meeting di novembre a Pero, OVAM aveva preannunciato l’intenzione di puntare sul progetto officine AD Service per svilupparlo, grazie al consolidamento dei rapporti con AD Italia/Giadi.
Il primo passo per sviluppare il network è stato quello di invitare le officine in meeting locali, organizzati dal ricambista di zona in collaborazione con OVAM, coinvolgendo inizialmente chi negli anni ha investito nello storico progetto Point Service.

I vantaggi per le officine

Durante questi incontri gli autoriparatori hanno avuto la possibilità di conoscere tutti i contenuti e gli importanti strumenti disponibili per le officine aderenti al progetto: l’App Service for you, la Card per Soccorso Stradale e soprattutto Autossimo il gestionale dedicato alle officine, vera punta di diamante del progetto AD Service.
L’obiettivo principale di Ovam è quello di collaborare con AD Italia/Giadi per sviluppare questo progetto, potendo contare anche sul supporto di Autodis fondamentale per portare nelle officine Italiane le più sofisticate innovazioni europee, adattandole però alla realtà del nostro mercato.
Per le officine che hanno deciso di diventare AD Service i vantaggi che ne derivano sono molteplici: assistenza legale per interventi in garanzia, condizioni commerciali competitive su prodotti di alta movimentazione, assistenza tecnica telefonica, contributi sulle iniziative locali, nuovi strumenti informatici e soprattutto il supporto del ricambista di fiducia e della squadra OVAM.
Inoltre tutte le officine che entreranno a far parte del network potranno contare su Service Srl, storica società del gruppo che si occupa di assistenza tecnica, attrezzatura e formazione tecnica e manageriale certificata Bosch e Texa.

Come sono andati i primi sei mesi?

Nei primi sei mesi di meeting AD Service sono stati coinvolti 26 ricambisti e circa 370 officine, arrivando a nominare 20 ricambisti partner e 105 officine AD Service. E ancora molti contratti sono in fase di firma.
Il grande riscontro in termini di adesioni ottenuto in questi primi sei mesi è senz’altro merito dei contenuti sviluppati negli anni da AD Itali/Giadi, ma soprattutto è dovuto all’entusiasmo mostrato dai ricambisti partner che si sono attivati rendendo partecipe tutta la propria rete di clienti e collaborando con la squadra OVAM sul territorio.
L’intento di Ovam è quello di garantire ai ricambisti e alle officine AD lo stesso supporto che ad oggi viene dato alle reti Bosch, vincente grazie alla collaborazione sempre più stretta tra il ricambista e i responsabili dei progetti officine che sempre di più lavoreranno su tutti i network sviluppati da OVAM con alle spalle il supporto dell’ufficio Marketing&Progetti.









Autodis Italia

OVAM da maggio 2017 è parte del gruppo Autodis Italia Holding insieme alle società Top Car, Ricauto, FGL, Ggroup, Sarco, S.ar.pi, Service e Sirauto.

La mission di Autodis Italia è quella di supportare le proprie Società con strumenti e progetti che consentano loro di assumere un ruolo sempre più importante nel proprio mercato di riferimento.


 

Photogallery

Tags: network autoriparazione ovam giadi group autodis italia holding ad service

Leggi anche