News | 27 Febbraio 2019 | Autore: David Giardino

PDA a dieci anni dalla fondazione entra in Groupauto Holding
Nella splendida cornice di Napoli, offerta dalla terrazza del Royal Continental di fronte a Castel dell’Ovo, è stata ufficializzata l’alleanza del Consorzio PDA con Groupauto Holding. Ad annunciarlo, il nuovo consiglio di amministrazione di PDA, che ha eletto Rocco Messuti nel ruolo di presidente.

562 milioni di euro di fatturato in vendita e 410 in acquisto rappresentano un’ottima base sulla quale si possono costruire importanti attività strategiche e intuibili sinergie.
Tutto starà nella volontà e nella capacità dei singoli di ricondurre il fatturato non canalizzato di oltre 170 milioni per centrare un importante obiettivo di questa nuova iniziativa.

Il dialogo fra competitors è già un risultato, la condivisione di quote societarie nella nuova Holding di Groupauto è un passo in avanti verso un traguardo più ambizioso, quanto difficile. Gli interpreti chiamati a far fronte alle aspettative lanciate durante la convention PDA sono importanti, così come esposto da Claudio Santin che ha sottolineato che l’obiettivo è crescere, avendo per la prima volta accesso a un gruppo internazionale dalla sala di comando.

Questa opportunità è nata da due combinazioni contingenti e separate: l’uscita del Consorzio PDA da NSD, aggregata a Temot dal 31/12/18, e dall’uscita di Cati e Demauto da Groupauto Italia, che ha creato lo spazio alla politiche delle alleanze in Groupauto.
Aspettiamo ovviamente di vedere i successivi passi operativi e concreti di questa operazione che ha messo sulla carta la più importante aggregazione italiana di operatori indipendenti.

Photogallery

Tags: groupauto consorzio pda

Leggi anche