Approfondimenti | 22 Ottobre 2020 | Autore: Approfondimento tecnico a cura di Tekné Consulting

​Kia Niro Hybrid: sistema ibrido fuori uso

Cosa succede se l’auto non entra in modalità “ready” e non ci accende? Il problema è nel sottosistema di controllo dell’attivazione della parte in alta tensione dell’auto.


 

Il panorama italiano delle vetture ibride è divenuto ormai di tutto rispetto, con la presenza di numerosi modelli tra cui poter scegliere. Si sta parlando di vetture “full hybrid”, quindi di vetture che vengono equipaggiate con un sistema elettrico composto da una batteria e uno (o due) motogeneratori ad alta tensione.

Parallelamente al mercato, è divenuta maggiore anche la presenza delle ibride in officina, con l’autoriparatore che si ritrova a dover affrontare problemi e guasti sostanzialmente "nuovi".

Alimentazione Kia Niro

Tra le ibride più vendute nel settore automobilistico nostrano c’è la Kia Niro (si aggiudica il quarto posto): accanto al motore 1,6 GDI a benzina da 105 CV (a iniezione diretta), la vettura utilizza un sistema ibrido che integra una batteria agli ioni di litio da 1,5 kWh e un motore elettrico in alta tensione, per una potenza totale in combinata (elettrico più motore termico) di 141 CV.

Il motore a benzina, inoltre, viene coadiuvato da un moto alternatore, detto HSG (Hybrid Starter Generator): trattasi di un alternatore trascinato a cinghia che funge anche da motorino di avviamento e da elemento di ricarica per il pacco batterie di alta tensione.

L’auto non è “ready”

E in merito di problematiche nuove da affrontare in officina, la Niro offre un’occasione per approfondirne una, che riguarda il sottosistema di controllo dell’attivazione della parte in alta tensione dell’auto.

Si parla dell’unità elettrica/elettronica PRA (Power Relay Assembly) che gestisce l’inserimento del circuito in alta tensione: è costituita da vari componenti, in particolare da due relè principali HV (high voltage).
Per comprendere brevemente il ruolo che questa sorta di piastra riveste, si pensi ai relè HV come a dei contattori che chiudono fisicamente i cavi della batteria di alta tensione verso l’inverter, uno posto sul cavo del positivo e uno su quello del negativo, quando il conducente opera l’accensione del veicolo.

Su queste vetture, è bene sottolinearlo, per accensione si intende quando viene inserita la modalità “ready”, ossia si imposta la vettura come appunto “pronta a partire”, e quindi con la parte elettrica attivata.
Infatti, sulla Kia Niro il guasto si manifesta con l’impossibilità di passare il veicolo nello stato di “ready”, con la concomitante presenza di un odore di bruciato all’interno della vettura.

Le cause del difetto

In diagnosi centralina sistema ibrido, inoltre, si rileva il seguente errore: P1B77 - alta tensione, corto circuito a massa.
Il problema viene originato proprio nella piastra PRA, esattamente nell’alloggiamento dei due relè HV, ben evidenti nelle immagini 1 e 2.
Il lasco eccessivo dei contatti di uno o entrambi i relè incrementa la resistenza elettrica, generando così del calore che deforma e danneggia la piastra, mettendola fuori uso e che dà origine al cattivo odore di bruciato.

Il guasto può avere anche conseguenze serie, in quanto c’è la possibilità che dia seguito all’incendio dell’intero alloggiamento della piastra, e quindi di tutti i componenti circostanti.
Se invece non si trovano evidenti segni di danneggiamento, il malfunzionamento del PRA è dovuto semplicemente ai relè che non commutano più.
In ogni caso, se i relè non si chiudono l’alta tensione risulta interrotta e la vettura non può passare nello stato di “ready”.

Procedure da seguire

Naturalmente, per ripristinare il funzionamento del sistema, bisogna sostituire i relè o la piastra per intero.
Dato che si va a operare a contatto e in prossimità di componenti sotto tensione, l’operazione deve essere svolta da personale qualificato PES – PAV, dotato di tutti i DPI necessari e previsti.

L’intervento rende necessario il sezionamento della vettura: la procedura prevede lo scollegamento del negativo batteria (posta nel bagagliaio, sul lato sinistro dietro un rivestimento), l’attesa dai 5 ai 15 minuti e la rimozione del plug di servizio (sezionatore), che è posto sotto la seduta posteriore, sul lato destro (vedi immagine 3).
Dopo aver atteso almeno cinque minuti per consentire ai condensatori di scaricarsi, a questo punto si può accedere al PRA.
Per farlo, occorre raggiungere la batteria del sistema ibrido che si trova al di sotto della panchetta dei posti posteriori, con la piastra che viene montata sul lato guida dell’accumulatore (vedi immagine 4).

Photogallery

Tags: auto ibride teknè

Leggi anche

APPROFONDIMENTI | 13/07/2020Niente pressione per l’AdBlue sul Q5
APPROFONDIMENTI | 24/06/2020Tubazioni fuse per il motore 1,6 diesel PSA