Articoli | 18 Giugno 2020 | Autore: redazione

Precisione e qualità per i compressori NRF Italia

Riflettori puntati sui compressori per gli impianti A/C: NRF Italia ci racconta come avviene il processo di produzione di questo componente, che richiede condizioni di lavoro particolari.

 

Grazie a NRF Italia, che ci apre virtualmente le porte degli stabilimenti di produzione del gruppo, scopriamo perché realizzare un compressore per un impianto A/C è una questione di alta tecnologia, massima precisione e cura dei dettagli.
 

Compressori per l'aria condizionata

L'attenzione alla tutela dell'ambiente e la lotta contro il riscaldamento globale nel mercato automotive si traduce nella ricerca di soluzioni che possano contenere e ridurre le emissioni nocive, con tanto di normative internazionali che fissano standard ben precisi a riguardo.

Parlando di aria condizionata e impianti A/C, ciò si identifica in un circuito refrigerante più efficiente con meno intensità. Per raggiungere questo obiettivo si utilizzano compressori a cilindrata variabile e coefficiente di attrito molto basso.
Il loro design è molto preciso e la distanza tra le parti che lo comprendono spesso raggiunge poche decine di micron.

Per capire di cosa stiamo parlando, basta un esempio: l’occhio umano può vedere solo impurità di 0,1 mm (100 micron). Questo spiega come anche lo sporco – misurabile in micron - penetrando nel compressore durante il processo di assemblaggio, influirebbe sulla sua qualità, e che trucioli di metallo, sabbia, ecc. potrebbero persino danneggiare il compressore.
 

Ambienti a prova di micron

Per tale motivo la produzione di compressori NRF avviene in ambienti chiusi, dove si verifica una leggera sovrapressione in relazione alla pressione atmosferica, in modo che lo sporco proveniente dall’esterno non possa entrare nella stanza pulita.

Al di fuori dell’area di assemblaggio del compressore, è possibile raggiungere solo una barriera d’aria (foto 1 in photogallery).
La pulizia della sala prove e comando, come gli abiti del personale di produzione, sono di estrema importanza (foto 2 in photogallery).
 

Qualità e controllo

Un compressore di elevato standard richiede componenti di alta qualità con dimensioni precise. Questo è il motivo per cui ogni lotto di parti viene verificato per qualità e precisione dimensionale.
Le macchine di misurazione e controllo Mitutoyo vengono utilizzate per controllare le dimensioni della produzione di compressori NRF (foto 3 in photogallery).

Ogni compressore viene testato sulla linea di produzione e selezionato casualmente durante il processo di produzione.
I compressori vengono sottoposti anche a prove con un tester di resistenza, un calorimetro e un tester di rumorosità (foto 4 in photogallery), al fine di garantire l'assoluta qualità dei prodotti.
Il team tecnico specializzato in NRF si occupa anche del controllo qualità durante il processo di produzione, oltre che dei compressori realizzati a fine processo.

A tal proposito, i centri tecnici situati in Spagna e Polonia controllano tutti i dettagli del compressore, il che consente un controllo rigoroso dell'intera produzione dei compressori a marchio NRF.
 
I cinque compressori NRF più venduti

Codice NRF        Applicazione
  • 32146       VW Golf, Tiguan, Polo 04-
  • 32214       Mercedes C180 (W203) 00-
  • 32240       Citroen Berlingo 96-
  • 32263       Audi A4 00-
  • 32227       Citroen Berlingo 96-


 

Photogallery

Tags: compressori nrf

Leggi anche

NEWS | 13/02/2018Il nuovo e-commerce di NRF