News | 01 Giugno 2020 | Autore: testo a cura dell'azienda

Un magazzino robotizzato per Corteco: un team in continua evoluzione
Il centro di distribuzione Corteco è stato completamente rivoluzionato grazie a un vasto progetto di automazione.

L’obiettivo, fin dal principio, era duplice: essere pronti alle nuove sfide del mercato dell’aftermarket indipendente, nel quale velocità e frequenza di consegna sono le parole chiave per la soddisfazione del cliente, e contemporaneamente, favorire modalità di lavoro innovative. Grazie alla collaborazione tra operatori e robot, oggi Corteco vive un completo cambio di paradigma: tra gli scaffali non si vedono più dipendenti impegnati al prelievo manuale dei prodotti, poiché per questi basta ora chiamare alla propria baia operativa gli scaffali desiderati per provvedere comodamente all’imballaggio del collo da spedire. Non più “l’uomo allo scaffale” quindi, ma “lo scaffale all’uomo”.

Tredici sono i veicoli che si spostano all’interno del nuovo magazzino e trasportano fino a 400 scaffali mobili semplicemente sollevandoli, ruotandoli e portandoli all’operatore in baia.
L’incremento dell’efficienza e della velocità del prelevamento aumenta la competitività di Corteco così come l’innovativo modo di lavorare rende maggiormente agevole la quotidianità in azienda: un doppio risultato, una doppia vincita.
Questa tecnologia è vantaggiosa anche, e soprattutto, ai tempi del Covid-19 in quanto i robot permettono il distanziamento sociale necessario affinché in azienda siano garantite le disposizioni di sicurezza sanitarie.

Per vedere il video del nuovo magazzino Corteco clicca qui.

Photogallery

Tags: corteco

Leggi anche