Trade News | 17 Settembre 2014 | Autore: Redazione

ZF Lenksysteme: tutte le quote a Bosch
Un altro tassello si aggiunge al quadro degli avvenimenti che in questi giorni e in queste ore stanno modificando il panorama del settore automotive. Dopo la notizia dell'acquisizione da parte di ZF dell'americana TRW, anche Bosch ufficializza la firma dell'accordo con il gruppo tedesco. Al centro dell'appena conclusa transazione, attualmente al vaglio dell'antitrust, c'è ZF Lenksysteme (ZFLS), fino a ieri joint venture paritetica delle stesse Bosch e ZF e che, con oltre 13.000 collaboratori in otto paesi, sviluppa, produce e vende sistemi sterzanti per autovetture e veicoli commerciali in tutto il mondo.

"Con questa acquisizione totale di ZFLS, Bosch rafforzerà la propria capacità di modellare attivamente il futuro della mobilità. L'azienda è leader nel settore dei sistemi sterzanti alimentati elettricamente, che rappresenta la tecnologia indispensabile per la guida automatizzata, nonché il punto di partenza per la realizzazione di veicoli più efficienti e di auto elettriche" ha affermato Volkmar Denner, presidente del Consiglio di Amministrazione di Robert Bosch.

I sistemi sterzanti moderni, economici ed alimentati elettricamente, rappresentano già oggi più del 60% del fatturato di ZFLS. Una delle ragioni di tanto successo ottenuto da tali sistemi è costituita dal loro potenziale di riduzione dei consumi: per esempio, un veicolo di taglia media con un motore da due litri può registrare risparmi di carburante fino a 0,8 litri per cento chilometri. Inoltre, ciò consente una riduzione delle emissioni fino a 14 grammi di CO2 per chilometro.
Il sistema sterzante elettrico nelle autovetture rappresenta un componente fondamentale per molti sistemi di assistenza, su cui si basano le funzioni di assistenza al mantenimento della corsia, per poter mantenere la vettura sulla rotta in maniera automatica. Anche nella cosiddetta fase di veleggio relativa ai nuovi sistemi start/stop, il supporto dello sterzo elettrico anche quando il motore è spento risulta determinante.

Un'azienda votata all'innovazione

Più di un decimo degli associati ZFLS, pari a circa 1.400 unità, opera nel settore dello sviluppo e progettazione tecnica. Nel 2013, l'azienda ha investito all'incirca 238 milioni di euro in Ricerca e Sviluppo. Dalla sua fondazione, ZFLS ha registrato circa 750 brevetti. Uno dei principali obiettivi del reparto di Ricerca e Sviluppo è realizzare il collegamento in rete dei componenti di sistemi completi attraverso software specifici. Ad esempio, ZFLS, utilizzando i componenti prodotti dalle proprie aziende controllanti, ha realizzato una soluzione pronta per la produzione in serie che consente a una vettura collegata a un rimorchio di essere manovrata dal bordo del marciapiede attraverso uno smartphone.
Il sistema sterzante elettrico economico, sviluppato a livello locale per i mercati asiatici, dimostra che l'azienda non offre soluzioni solo per i segmenti premium. Ciò significa che anche i clienti che guidano vetture più compatte ed economiche possono trarre vantaggio dall'efficienza ottimizzata offerta dai prodotti ZFLS.

Photogallery

Tags: bosch acquisizioni zf

Approfondisci

Leggi anche

TRADE NEWS | 04/09/2014ZF e TRW: voci di acquisizione