Articoli | 24 Febbraio 2020 | Autore: redazione

Hella Hengst: filtri con tecnologia Blue.care® per un abitacolo più sano

Da Hella Hengst ecco una nuova tecnologia per il filtro abitacolo che punta a rendere più pulita l’aria a bordo della vettura: con Blue.care®, infatti, gli automobilisti beneficiano di una efficace barriera contro smog, pollini, spore e batteri, a tutto vantaggio di salute e sicurezza.

 

Il filtro abitacolo riveste un ruolo fondamentale per la salute di chi sale a bordo di un veicolo e contribuisce a migliorare non solo la vivibilità dell’abitacolo, ma anche la sicurezza. Basti pensare che un semplice starnuto comporta molto più che una semplice disattenzione del guidatore: per alcuni istanti si chiudono gli occhi e spesso si muove involontariamente il volante, rischiando così anche un incidente.

Inoltre, grazie all’azione del filtro abitacolo, si evita il fenomeno dell’appannamento del parabrezza, a tutto vantaggio della visibilità e della sicurezza su strada.
Questo per dire che il filtro abitacolo, grazie alla sua azione di barriera nei confronti di gas di scarico, muffe, batteri, polline, polvere o altri allergeni, è sicuramente un componente da tenere sotto controllo e da cambiare con regolarità, almeno una volta all’anno.

Oggi sul mercato è disponibile un nuovo prodotto a marchio Hella Hengst, che grazie a una innovativa tecnologia chiamata Blue.care®, rafforza il suo ruolo di “barriera anti-smog” risultando fino a cinque volte più efficiente.
 

Come funziona il filtro Blue.care®?

Al tradizionale duplice ruolo di protezione del climatizzatore e filtrazione del polline e del particolato (PM 10), i filtri abitacolo dotati di carboni attivi aggiungono anche una maggior capacità di trattenere particelle più sottili (PM 2,5), gas di scarico e cattivi odori, contribuendo così a migliorare la respirabilità nell’abitacolo.

I filtri con tecnologia Blue.care® aggiungono una ulteriore caratteristica, che migliora l’aria a bordo della vettura: hanno una funzione neutralizzante nei confronti di allergeni e batteri.
Questa capacità è garantita dalla struttura del media filtrante, che è composto da cinque diversi strati, ciascuno con un compito specifico.
Il primo strato è composto da una membrana elettrostatica, che rappresenta la prima barriera contro tutti gli elementi inquinanti provenienti dall’esterno; il secondo da un vello in microfibra; il terzo da carboni attivi; il quarto da una membrana in microfibra fusa e il quinto è uno strato biofunzionale.

Il filtro ai carboni attivi aumenta la capacità filtrante del filtro trattenendo anche cattivi odori e gas inquinanti. In questo caso, infatti, il filtro è composto da un granulato di carboni attivi, trattenuto tra uno strato superiore e inferiore senza intreccio. Oltre al particolato, vengono trattenuti dai carboni attivi gas dannosi come gli ossidi di azoto, il metano e l’ozono.
Gli ultimi due strati consentono poi di bloccare anche funghi, spore e batteri in maniera ottimale, arrivando a garantire una pulizia dell’aria quasi al 100%.
 

I filtri Hella Hengst Blue.care® in aftermarket

I filtri dotati di tecnologia Blue.care® sono disponibili per tutti i principali modelli di vetture delle maggiori case costruttrici; con oltre 50 codici Hella Hengst copre tutte le esigenze del circolante europeo.
Ogni confezione contiene dettagliate istruzioni per una installazione facile e veloce.

Photogallery

Tags: filtri Hella filtro abitacolo Hella Hengst

Leggi anche