News | 14 April 2021 | Autore: redazione

Aftermarket moto: nasce A.D.I.R.A. BIKE

L’obiettivo di A.D.I.R.A. BIKE: tutelare gli operatori dell’aftermarket indipendente del settore moto. Ma non solo.


A.D.I.R.A., l’Associazione Italiana dei Distributori Indipendenti di Ricambi per Autoveicoli, annuncia la  nascita di un progetto ad hoc per il mondo delle due ruote: A.D.I.R.A. BIKE.
 
Un progetto innovativo sviluppato in collaborazione la società E. Bergamaschi & Figlio Spa, che da inizio 2021 è ufficialmente socio dell’Associazione. Con essa, dunque, A.D.I.R.A. ha acquisito una competenza di mercato, precedentemente assente, che le ha permesso di effettuare una prima valutazione delle condizioni della concorrenza nello specifico settore moto con riferimento particolare alla situazione degli operatori indipendenti.

La valutazione è stata effettuata, per la parte “mercato”, da Domenico Mainoli, direttore generale Bergamaschi e per la parte “giuridica” da Piergiorgio Beccari, legale e presidente “ad interim” A.D.I.R.A.. 

“Il risultato è stata la fotografia di un settore moto caratterizzato ancora da un significativo squilibrio nelle condizioni competitive a favore delle reti ufficiali che, di fatto, sono nella posizione di poter escludere gli operatori indipendenti dall’intervento sui motoveicoli in garanzia e impedire l’utilizzo di componenti non originali per le relative manutenzioni, pena la decadenza della garanzia stessa.
Insomma, un contesto ‘ante Block Exemption Regulation’”
, spiega l’Associazione.

Nasce così A.D.I.R.A. BIKE che ha l’obiettivo di: tutelare gli operatori dell’aftermarket indipendente nel settore moto; stimolare, sia in ambito nazionale sia europero, l’adozione, per il settore moto, delle stesse norme a tutela dell’aftermarket indipendente che oggi sono ormai un risultato acquisito per l’auto. Tutto questo sarà reso possibile coinvolgendo operatori specializzati nella distribuzione di componenti moto e in perfetta sintonia con FIGIEFA, la quale, recentemente, ha proprio inserito il settore moto nella propria agenda. Sarà coinvolto anche il team di gestione delle relazioni istituzionali di A.D.I.R.A. che saprà veicolare le richieste dell’associazione verso gli interlocutori istituzionali più opportuni e concorrerà ad attivare tutti gli organismi interessati.

La parola ai protagonisti

Domenico Mainoli ha dichiarato: “A.D.I.R.A. ha le competenze giuridiche e la struttura che serve al nostro settore per iniziare lo stesso percorso compiuto dall’auto negli ultimi due decenni. Noi supportiamo questo lavoro con le nostre competenze e con tutte le informazioni necessarie che reperiamo quotidianamente dal mercato. L’auspicio è che si uniscano in questo progetto tutti i principali operatori della distribuzione aftermarket moto e, perché no, anche qualche produttore”.

Gli fa eco Piergiorgio Beccari che afferma: “ È un po’ come tornare indietro agli inizi di A.D.I.R.A.: situazioni simili e simili condizioni di mercato, ma anche molto entusiasmo e voglia di fare. La posizione di assoluta indipendenza di A.D.I.R.A. ne fa il contesto migliore per affrontare tutte le tematiche e le relative “battaglie” che un tale progetto comporta”. 
 
Come associarsi ad A.D.I.R.A.

Per informazioni sui servizi e sull’ingresso nell’associazione, si può consultare il sito web A.D.I.R.A. (www.adira.it) nelle sezioni “Iscrizione” e “Contatti” oppure si può contattare direttamente:
  • Andrea Boni (A.D.I.R.A. – Comunicazione); andrea.boni@adira.it ; cell. +39 346 3047796;
  • Piergiorgio Beccari (A.D.I.R.A. – Presidenza); piergiorgio.beccari@adira.it; cell. +39 347 1457040


 

Photogallery

Tags: motocicli moto Adira bergamaschi ricambi moto

Leggi anche