News | 20 Novembre 2014 | Autore: Redazione

Ricambi Fiat rubati: così i compressori uscivano da Pomigliano

Non è difficile per chi opera nel settore della riparazione imbattersi in ricambi con il marchio della casa a prezzi stracciati. Ma da dove arrivano? Magari direttamente dalla fabbrica

Un ricambio Fiat a un prezzo stracciato. Può capitare a chiunque di trovarsi di fronte a proposte di questo genere, ma da dove arrivano questi ricambi?
L'attualità supera l'immaginazione, o meglio, conferma ipotesi che da anni circolano nel settore. Spesso questi ricambi arrivano direttamente dalla fabbrica.

A confermarlo è il recente fatto di cronaca avvenuto a Pomigliano, dove, due addetti alla sicurezza (vigilantes del settore antincendio), mentre effettuavano le ronde nei capannoni rubavano pezzi di ricambio a più non posso.

A scoprirli sono stati gli stessi colleghi, i sorveglianti dei cancelli, sotto la pensilina di un varco carrabile della Fiat di Pomigliano. In due avevano ammassato all’interno di un furgoncino 130 compressori A/C destinati all’equipaggiamento delle Panda: per un totale di circa 30.000 euro di merce.

L’azienda li ha licenziati in poche ore. Il caso è adesso nelle mani della procura di Nola, dove il sospetto degli inquirenti è che dietro questa storia ci sia un giro di ricambi rubati molto più vasto.

Uno degli addetti alla sicurezza licenziati per tentato furto, infatti, aveva con sé un foglio riportante una serie di codici e di quantitativi corrispondenti, una specie di “pizzino” che potrebbe sottintendere un furto su commissione, una sorta di lista di ordini commissionati nella zona di Napoli da ricambisti ed autoriparatori. Ma è solo una delle ipotesi. Anche perché è molto probabile che proprio meccanici e ricambisti siano le ignare vittime del raggiro, perché acquistare un ricambio non tracciabile li espone a grossi rischi con gli automobilisti. In caso di problemi, infatti, non esiste garanzia e il rischio che da un piccolo risparmio iniziale nascano grosse voci di spesa per riaparzioni aggiuntive resta alto.

Intanto, la vicenda è destinata a lievitare: secondo indiscrezioni, durante l’inventario delle merci eseguito a causa di quanto avvenuto, nel magazzino Fiat mancherebbero all’appello anche molti altri ricambi.

Photogallery

Tags: ricambi contraffatti furti ricambi ricambi auto contraffatti ricambi sequestrati

Approfondisci

Leggi anche