News | 26 Settembre 2019 | Autore: Alessandro Margiacchi

​Nuova sede per il Consorzio GRA: la logistica si rinnova

Con l’inaugurazione della nuova sede logistica a Roma, il Consorzio GRA (socio Fe.n.c.a.r. e Novagroup) punta a ottimizzare il servizio al cliente, anche in un’ottica di futuro sviluppo.

 

Realtà sempre più coesa e capace di portare al mercato un modello innovativo di aggregazione, il Consorzio GRA di Roma, acronimo di Gruppo Ricambisti Auto, è cresciuto nel tempo.
Inizialmente “nato” come gruppo di acquisto e poi trasformato in Consorzio, GRA è oggi una realtà che promuove i suoi valori distintivi di italianità, passione e aggregazione.

Non è un caso, infatti, che GRA è sia tra i soci di Fe.n.c.a.r. (Federazione Nazionale Consorzi Autoricambisti Regionali) sia di Novagroup: due realtà che fanno dell’unione e del confronto i loro cavalli di battaglia.

È proprio nella sua area di competenza, l’intero territorio laziale, che GRA ha inaugurato ufficialmente lo scorso 14 settembre la sua nuova sede logistica a Roma, in via Monteleone di Fermo 18/20. Una struttura comprensiva di un’area dedicata allo stoccaggio, di circa 3.500 mq, e una corte esterna di 2.000 mq.

La crescita di un’azienda, infatti, non si misura solamente con i fatturati, ma anche con investimenti in strutture. Ed è per questo che un’occasione come l’inaugurazione della nuova sede logistica diventa motivo di orgoglio e soddisfazione per GRA e per tutto il suo management. Un orgoglio soprattutto per Alessandro Fontana, presidente del CDA, e Roberto Macirella, amministratore delegato, che hanno ribadito quanto la nuova sede logistica sia focalizzata sull’ottimizzazione del servizio al cliente.
 

Dalla fondazione ad oggi

La costituzione del Consorzio GRA Scarl è avvenuta nel 2012, il precedente Gruppo d’acquisto si è invece costituito nel lontano 1998.
I soci che ad oggi compongono il Consorzio sono i seguenti: Aurelia2004, Aeffe04, Bieffe87, G.M. Autoricambi, Salvati Autoricambi, Palmarola Autoricambi, Autoricambi Osteria Nuova, T.R.Z. Autoricambi, Centro Viterbese Distribuzione e Colombiano Ricambi.

Ad oggi Alessandro Fontana ricopre l’incarico di presidente, mentre Roberto Macirella il ruolo di amministratore delegato. Completano la squadra Gianni Colombiano (consigliere e vice presidente), Tonino di Marco (consigliere delegato), Gioia Terenzi (consigliere), e Alessandro Guaragnella a cui è affidata la direzione generale del Consorzio.

“Ci tengo però a sottolineare, che aldilà delle cariche, tutti, all’interno del Consorzio GRA, esercitano un ruolo fondamentale. Riteniamo, infatti, che l’opinione, l’esperienza e la competenza di ogni socio sia importante perché le idee migliori nascono sempre da sinergie, collaborazioni e spirito di squadra”, ha dichiarato Alessandro Fontana.
 

Ok il Lazio, ma non solo

Attualmente il Consorzio GRA conta su 10 punti vendita che coprono principalmente le aree di Roma e di Viterbo, ma l’obiettivo è quello di presidiare ancor di più il territorio. La mission, infatti, è quella di ampliare il raggio d’azione anche verso altre province del Lazio e inserire nuovi operatori. “Al momento serviamo complessivamente circa 1.600 officine con le quali gestiamo anche progetti di fidelizzazione con i vari network che rappresentiamo, in primis Oncar by Supernova”, ha commentato Roberto Macirella.

A proposito di fornitori, invece, GRA vanta ad oggi un panel di 22 brand prestigiosi: Ac Rolcar, Hella, Redline, Gates, TRW, Eurogielle/Siaria, Sogefi/Purflux, Freccia/GSP, Corteco, IR, Vernet, M.i.r.a., Meyle, Osram, Arexons, Contitech, OpenParts, Bullock, Wynn’s, Fiamm, Exide, ERA.
Ma Roberto Macirella assicura che “nel breve/medio periodo, GRA completerà l’offerta con l’inserimento di altri noti marchi”.
 

GRA in Fe.n.c.a.r. e Novagroup

Altri due momenti hanno contribuito alla crescita e all’evoluzione del Consorzio GRA. Il riferimento è all’ingresso in Fe.n.c.a.r., che risale a sette anni fa, e a Novagroup, e di conseguenza in Temot International, nel 2015.

“Abbiamo intrapreso questa scelta con entusiasmo e determinazione poiché siamo diventati parte di uno tra gruppi più rappresentativi nel panorama dell’aftermarket Italiano, creando una nuova sinergia tra distributori e consorzi di ricambisti. Avere una progettualità, e i nostri investimenti vanno in questa direzione, è fondamentale per qualsiasi tipo di organizzazione, oltre ad essere indispensabile per affrontare le sfide che il mercato ci propone”, conclude Roberto Macirella.
 
 
Dida foto di gruppo
Nella foto di gruppo: Alessandro Guaragnella, Tonino Di Marco, Sandro, Claudio e Marco Fontana, Vincenzo, Giuseppe e Roberto Macirella, Angelo Di Marco, Carlo Baldassarre, Domenico Mucciarelli, Cesare, Bruno e Fabio Salvati, Mauro Terenzi e Vittorio Amura, presidente di Novagroup.

Photogallery

Tags: Novagroup consorzi Fe.n.c.a.r.

Leggi anche

ARTICOLI | 28/10/2016La prima volta di Fe.n.c.a.r.
ARTICOLI | 22/03/2019​Ricominciamo da Nova