News | 11 Dicembre 2019 | Autore: redazione

​Illuminazione, il rilancio di Tungsram in Italia

Il 2020 sarà l’anno del rilancio di Tungsram in Italia: il brand ungherese, sinonimo di illuminazione, è pronto a brillare nel nostro mercato.
 

Officine e ricambisti italiani assisteranno presto al rilancio del brand Tungsram: marchio storico nel settore dell’illuminazione con sede a Budapest, in Ungheria.

Tungsram, dunque, è pronto a tornare a brillare nel mercato automotive italiano. Si parla, infatti, di rilancio perché il marchio rinasce nel settore automotive a seguito di un management buyout delle attività legate all’illuminazione automotive della società statunitense GE (General Electric), avvenuto nell'aprile 2018.

“Tungsram è tra i primi tre produttori di illuminazione in ambito automotive a livello globale”, recita la nota ufficiale. In particolare, il vasto portfolio di prodotti è a disposizione dei professionisti del settore in più di 100 nazioni.

Le lampadine Tungsram sono installate sulle automobili direttamente nelle linee di produzione, incluse quelle di FCA, in tutto il mondo e sono incorporate nei gruppi ottici anteriori, nei fanali posteriori e negli specchietti retrovisori dai principali fornitori di primo impianto tra cui Valeo Italy, ILMAS e FicoMirrors. La gamma completa di prodotti Tungsram approvati dai costruttori automotive è distribuita in tutta Italia attraverso una rete di dettaglianti e grossisti che include E.T.T. – Euro Tecno Torino.

“Il marchio Tungsram, seppure poco presente nei mercati europei come l’Italia negli ultimi 30 anni, ha sempre continuato la propria opera nell’ambito della Ricerca e Sviluppo così come la produzione”, spiega Gabriella Mózes, general manager Global Automotive Tungsram. “Lavoreremo alacremente per ristabilire la familiarità del marchio Tungsram e per garantire che i nostri clienti – costruttori di veicoli, officine, rivenditori di accessori per auto e automobilisti – percepiscano come i nostri prodotti siano la scelta giusta per loro”.
“Partiamo da una posizione di forza grazie alla qualità eccezionale, oggetto di numerosi riconoscimenti, e a impianti di produzione all'avanguardia”
, continua Mózes. “Guardando al futuro, stiamo investendo nell'innovazione e nello sviluppo di nuove tecnologie per assicurarci che i nostri clienti sappiano che possono fidarsi di Tungsram e possono contare sulla nostra esperienza, sulla qualità dei nostri prodotti e sulle loro prestazioni”.

La transizione dalle lampadine a marchio GE (General Electric) a quelle marchiate Tungsram in Italia sarà completata entro la fine di marzo 2020.
 

Qualità made in Tungsram

Ogni lampadina prodotta viene controllata verificando oltre 20 parametri in otto diverse fasi del processo produttivo utilizzando sensori all'avanguardia basati su fotocamera. Le lampadine che risultano non conformi alle rigorose tolleranze fissate vengono scartate.

Questa attenzione alla qualità contribuisce a un tasso di difettosità estremamente basso che per i bulbi forniti direttamente alle case automobilistiche si attesta a sole 2 parti per milione (ppm).
Il portafoglio completo di prodotti per l'illuminazione Tungsram comprende lampadine alogene per esterno, a scarica ad alta intensità, a proiettore sigillato (sealed beam) e unità LED, oltre a lampadine miniatura e di segnalazione. Ogni gamma di prodotti è studiata appositamente per soddisfare le esigenze dell'utente, con particolare attenzione alla corretta illuminazione della strada, alla diffusione di una elegante luce bianca e alla durata.

I prodotti Tungsram sono progettati, ingegnerizzati e fabbricati in Europa. Ciascuno dei suoi cinque siti produttivi in Ungheria è certificato secondo i più alti standard di progettazione e produzione applicabili. L'azienda impiega oggi 4.000 persone in tutto il mondo.

Photogallery

Tags: illuminazione tungsram

Leggi anche