News | 20 Maggio 2020 | Autore: redazione

Ammortizzatori Sachs CDC: ampliata la gamma per l’aftermarket
Con circa 28 milioni di unità prodotte, il sistema Sachs CDC (Continuous Damping Control) di ZF Aftermarket è uno dei sistemi chassis a controllo elettronico più utilizzati per le auto.

L’azienda ha così ampliato la propria gamma per l’aftermarket a marchio Sachs, un’offerta completa di ammortizzatori CDC. I componenti di ricambio CDC sono infatti disponibili, ad esempio, per: Audi A4 (anno di produzione da 2007 a 2015); Audi Q5 (anno di produzione da 2008 a 2016); Audi Q7 (anno di produzione da 2006 a 2015); Porsche Cayenne (produzione da 2002 a 2010 e da 2010 a 2017); Volkswagen Touareg (produzione da 2002 a 2010 e da 2010 a 2018).
Nel corso di quest’anno, inoltre, la gamma sarà ampliata di ulteriori 30 codici.

Gli ammortizzatori sono molto resistenti grazie a un sistema di controllo elettronico che può compensare l'usura delle prestazioni di smorzamento. Tuttavia, in determinate circostanze, ZF raccomanda di sostituirli, ad esempio in caso di carichi particolarmente pesanti, uso costante in condizioni stradali difficili o elevato chilometraggio.
Altre cause di danni agli ammortizzatori CDC comprendono l'usura delle elettrovalvole, dei cavi e connettori o danni causati dalla corrosione.
 

Un’opportunità per le officine

I veicoli con ammortizzatori elettronici offrono inoltre un interessante potenziale di vendita per le officine. ZF ci spiega perchè.
  1. Un eventuale malfunzionamento del sistema di smorzamento elettronico viene comunicato al conducente tramite una spia. Mentre per gli ammortizzatori idraulici, a causa della perdita di prestazioni molto graduale, spesso non si nota che sono scarichi, la spia luminosa è un chiaro avviso che bisogna fare una verifica in officina. L’allarme visivo aumenta la sicurezza stradale rendendo i guidatori consapevoli della necessaria manutenzione ai componenti di sicurezza dell’auto.
  2. Gli ammortizzatori elettronici devono essere sostituiti da componenti identici. Il retrofit con ammortizzatori idraulici invaliderebbe l'omologazione del veicolo. La sostituzione degli ammortizzatori con parti originali preserva la sicurezza e il valore del veicolo.
  3. Riparando un complesso sistema come la sospensione elettronica, l'officina può dimostrare la propria competenza al cliente e distinguersi dalla concorrenza.
 
Le officine non devono temere che la sostituzione degli ammortizzatori CDC comporti sfide tecniche impossibili. La sospensione viene sostituita come quella idraulica, ma alcune versioni richiedono un accoppiamento elettronico aggiuntivo.

Segnaliamo, infine, che anche in questo periodo difficile, ZF Aftermarket è un partner affidabile per le officine indipendenti e continua a garantire una fornitura sicura e costante: gli ammortizzatori Sachs CDC e l'ampia gamma di prodotti di ZF Aftermarket sono, infatti, sempre disponibili.
 
ZF Aftermarketwww.aftermarket.zf.com/it/sachs

Photogallery

Tags: ammortizzatori zf

Leggi anche