News | 14 Ottobre 2020 | Autore: in collaborazione con ZF Aftermarket

ZF Aftermarket: ecco i controlli di sicurezza prima dell’inverno

È in arrivo la stagione fredda ed è il momento di effettuare dei controlli preventivi; in particolare ZF Aftermarket punta i riflettori sui componenti sterzo e sospensioni, suggerendo agli autoriparatori di osservarli da vicino.


 

Con l’arrivo della stagione invernale gli esperti di ZF Aftermarket raccomandano di eseguire i controlli di routine sui componenti di sicurezza del veicolo, tra i quali anche le parti dello sterzo e delle sospensioni: se devono essere sostituiti ricordiamo che ZF Aftermarket offre un ampio portafoglio di ricambi a marchio Lemförder.
 
I componenti di sicurezza spesso vengono sottovalutati dai clienti, mentre è importante non trascurarli ed è per questo che l’autoriparatore ha il compito di sensibilizzare l’automobilista che entra in officina. L’azienda, dunque, raccomanda di ispezionarli con particolare attenzione, ma soprattutto con regolarità.

In questi giorni ZF Aftermarket ha spiegato più in dettaglio i motivi per cui durante questa stagione è consigliato controllare attentamente le parti dello sterzo e delle sospensioni, sottolineandone l’importanza ai fini della sicurezza stradale. Vediamo cosa c’è da sapere.

Occhio ai dettagli

I controlli invernali offerti dalle officine, in concomitanza al cambio stagionale degli pneumatici, sono estremamente importanti per una guida sicura nei mesi invernali. Mentre si testa la batteria, si controllano i freni e i livelli dei liquidi, è necessario prestare attenzione anche ai componenti delle sospensioni e dello sterzo.

Per questo, ZF Aftermarket consiglia alle officine di sollevare ogni auto sul ponte durante i controlli invernali (anche se l’ispezione non è associata a un cambio gomme) e di osservare da vicino tutti i componenti dello chassis e dello sterzo. Se si riscontra un danno, ad esempio agli snodi sferici o ai supporti in gomma, questi devono essere immediatamente sostituiti. Se la tenuta di un componente è usurata i danni possono verificarsi in pochi giorni. Sale, umidità e sporcizia, infatti, accelerano ulteriormente il processo, motivo per cui tutto nello chassis dovrebbe essere in perfette condizioni, soprattutto prima dell'inizio della stagione fredda. 

Una volta che sporcizia o acqua sono penetrati nelle parti delle sospensioni e dello sterzo, spesso si percepisce solo un rumore di crepitio nello chassis nella prima fase, ad esempio in caso di giunti sferici collegati al controllo delle ruote. Tuttavia, in breve tempo il comportamento di guida diventa instabile e l'auto incontrollabile, soprattutto su strade bagnate, innevate o ghiacciate. A seconda del progredire del danno, il componente di collegamento tra sospensione e ruota può addirittura rompersi. Le perdite dai manicotti dello sterzo hanno un effetto altrettanto critico: di conseguenza, la cremagliera può corrodersi, danneggiando irreparabilmente i componenti di tenuta idraulica nella scatola sterzo. Questo rappresenta un enorme potenziale pericolo, perché il servosterzo può guastarsi  completamente durante la guida.
 
E tutto questo, continua l’azienda, si traduce in costi elevati: da questo momento in poi, infatti, non è più possibile evitare la sostituzione dell'intero sistema sterzante.

L’importanza dei ricambi di qualità OE

Quando si sostituiscono i manicotti dello sterzo ZF Aftermarket ricorda che è necessario osservare alcuni principi essenziali. Per fissarli non devono mai essere utilizzate fascette per cavi o stringitubo universali non conformi alle specifiche OE. Poiché queste fascette non sigillano sufficientemente o permanentemente, il danno allo sterzo sopra descritto è inevitabile. L’azienda raccomanda dunque l’utilizzo di ricambi di qualità OE, proprio come quelli a marchio Lemförder.

Se è necessario sostituire un componente del sistema di sospensione e sterzo, infatti, gli esperti ZF consigliano l'installazione di parti di qualità OE. Con il suo marchio Lemförder, ZF Aftermarket fornisce un ampio portafoglio di prodotti che deve regolarmente dimostrare elevati standard di qualità in vari test pratici e di laboratorio. 
Ad esempio, in un test di laboratorio denominato test in nebbia salina, è stato dimostrato che il perno di un giunto sferico Lemförder non mostra alcuna corrosione anche più di 30 giorni dopo il contatto diretto con una soluzione salina, grazie alla sua speciale protezione superficiale.

Lemförder: la gamma è sempre più ampia

Al fine di fornire alle officine il miglior supporto possibile per eseguire i controlli invernali e per qualsiasi sostituzione dei componenti, ZF Aftermarket ha ampliato ulteriormente la gamma di ricambi di tiranteria, compresa un'ampia varietà di componenti in gomma-metallo. 
Ora è possibile, tra l’altro, ordinare ricambi Lemförder per questi nuovi modelli di auto:

- Audi A6 Avant (4G5, 4GD, C7): snodo sferico;
- Mercedes-Benz GLC (X253): supporto motore;
- Skoda Kamiq (NW4): snodo assiale;
- Toyota Prius PHV (_W52_): barra stabilizzatrice;
- Volkswagen Golf VII Variant (BA5, BV5): braccio oscillante;
- Volvo XC60 II (246): supporto asse.


Trattandosi di componenti critici per la sicurezza dei veicoli, sono soggetti alla massima cura durante la progettazione, la produzione e l'assemblaggio: tutti i prodotti Lemförder sono fabbricati in qualità di primo equipaggiamento per una maggiore sicurezza stradale.

Photogallery

Tags: parti sterzo e sospensione zf

Leggi anche