News | 10 Dicembre 2020

Fatturato da record per Liqui Moly a novembre 2020: circa 62 milioni di euro
Circa 62 milioni di euro: è questo il fatturato raggiunto dallo specialista tedesco di oli e additivi, Liqui Moly, nel mese di novembre. “È stato il miglior novembre nella storia dell’azienda, ma anche il miglior secondo fatturato mensile in assoluto”, dichiara l’azienda.
 
Nonostante il Covid-19, quindi, l’azienda ha reagito, lottando contro la crisi: “Non è stato licenziato personale, né richiesto lavoro a orario ridotto, ma sono stati assunti 101 nuovi collaboratori. Gli investimenti non sono stati cancellati, ma aumentati in modo massiccio. Ad esempio, il budget del marketing è raddoppiato”, segnala Liqui Moly.

Ernst Prost, amministratore delegato dell'azienda, ha quindi spiegato come Liqui Moly sia riuscita a uscire step by step dalla crisi: “Attingiamo agli anni buoni prima alla crisi. Fortunatamente, abbiamo creato riserve. In questo modo possiamo ora investire nel futuro", continua Ernst Prost. “Con questa strategia anticiclica, Liqui Moly è uscita passo dopo passo dalla crisi. Successivamente è arrivato novembre con un aumento del 26% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente.
Per la prima volta dopo molti mesi abbiamo di nuovo registrato una crescita del fatturato a due cifre. Considerando i nostri investimenti nei nostri "4M" (persone, marchi, macchine e mercati) questa è solo la logica conseguenza del nostro operato“, afferma Ernst Prost. "Con un aumento del 26% a novembre siamo riusciti ad uscire dalla valle di lacrime. Finora la crescita è del 4,5% e abbiamo un portafoglio di ordini di dicembre strapieno. Pertanto, per rifornire i nostri clienti, dovremo sfruttare ogni ora sia nella produzione sia nella spedizione”.

Photogallery

Tags: lubrificanti Liqui Moly

Leggi anche