News | 15 Febbraio 2021 | Autore: redazione

611 milioni di euro: cresce il turnover di Liqui Moly nel 2020 (+7,1%)

Liqui Moly chiude il 2020 con un fatturato di 611 milioni di euro (+7,1% sul 2019). Bene le vendite anche in Italia: il produttore tedesco cresce (+46%).

 

611 milioni di euro: è questo il turnover raggiunto dallo specialista tedesco di oli e additivi, Liqui Moly, nel 2020 (+7,1%).  Nonostante il Covid-19 e la situazione di particolare incertezza, dunque, il produttore tedesco ha reagito, lottando contro la crisi globale e portando avanti investimenti.

C’è poi un altro dato molto importante: Liqui Moly, infatti, in Italia ha chiuso l’anno con un +46% grazie anche alla costituzione della filiale italiana nel 2019.
“Considerato l'impatto devastante della pandemia sull'economia mondiale e il calo del consumo globale di petrolio e carburanti, questo per noi è un ottimo risultato. I ricavi si sono dimezzati a 25 milioni di euro, anche perché durante la crisi abbiamo investito quasi 45 milioni di euro in attività di marketing. Inoltre, sono stati assunti più di 100 nuovi dipendenti. Il numero dei dipendenti alla fine del 2020 sale quindi a un totale di 989”, dichiara l’azienda.

Sempre al fianco dei clienti

“Abbiamo puntato sull'attacco, distinguendoci così dai nostri concorrenti. Nonostante il periodo delicato e lo smart working siamo stati a disposizione dei nostri clienti 24 ore su 24 e abbiamo incrementato la nostra presenza su tutti i media. La nostra crescita è semplicemente la conseguenza logica del nostro operato”, ha commentato Ernst Prost, amministratore delegato dell'azienda.

Liqui Moly segnala che grazie alla sua solida posizione di partenza, con un totale a bilancio di 208 milioni di euro, nonché una base di capitale proprio di 168 milioni di euro e una quota rispettiva superiore all'80%, disponeva delle forze sufficienti per effettuare gli investimenti necessari senza contrarre debiti e prestiti in conto capitale. 
A questo punto Ernst Prost dichiara: “Grazie al percorso intrapreso, alla fine dell’anno abbiamo raggiunto risultati soddisfacenti, ma avremmo potuto far aumentare le vendite ancora di più. Abbiamo assistito infatti a un significato rallentamento dell’attività economica a causa del Covid, del lockdown, delle casse integrazioni e dello smart working presso i nostri fornitori a monte. Infatti, abbiamo avuto una carenza di materie prime, materiali da imballaggio, etichette e chiusure, e anche le capacità logistiche e di trasporto sono diminuite in misura notevole”.

Sempre nel 2020, inoltre, Liqui Moly ha deciso di supportare i dipendenti, donando loro un “Bonus Coronavirus”, e tutti i soccorritori in prima linea contro il Covid-19.
“Oggi più che mai bisogna restare uniti e tutti dovrebbero impegnarsi per il bene comune”, afferma Ernst Prost.

E in Germania?

Diversamente dagli anni precedenti, il fatturato di Liqui Moly in Germania questa volta ha registrato un aumento superiore a quello dei mercati export. Tuttavia, anche le esportazioni registrano una crescita stabile, ad esempio negli Stati Uniti e in Canada.

Buona crescita in tutti i segmenti

Complessivamente, Liqui Moly segnala che tutte le divisioni del produttore di gamme complete hanno registrato risultati positivi. Nel core business dell'azienda, cioè gli oli per motore, il fatturato è aumentato del 6,4%.
 
Il fatto che le persone, per forza di cose, si astengano dai viaggi turistici, passando quindi più tempo libero a casa, si riflette anche nell'aumento delle vendite di prodotti per motocicli, biciclette e imbarcazioni.

Prospettive per il 2021

Nel 2019, luglio e agosto sono stati mesi record, con un fatturato di quasi 60 milioni di euro per ciascun mese. Tra i migliori turnover conseguiti nella storia di Liqui Moly segnaliamo quelli realizzati a novembre e dicembre 2020.

Ernst Prost è sicuro di poter contare su un'ottima posizione di partenza per il 2021 e quindi di poter nuovamente realizzare o addirittura superare i fatturati record passati: “Quest’anno raccoglieremo i frutti della nostra offensiva pubblicitaria del 2020, andando a tutto gas anche nel 2021.” Liqui Moly, infine, per continuare a crescere, prevede altri investimenti destinati soprattutto alla logistica.

Nella foto di apertura: Ernst Prost, amministratore delegato di Liqui Moly.

Photogallery

Tags: lubrificanti additivi Liqui Moly olio motore

Leggi anche