News | 22 Settembre 2015 | Autore: Davide Caironi

Renault e altri gruppi europei puntano sull'Algeria per il settore automotive

Algeria e Marocco; gli investimenti delle Case automobilistiche si stanno molto differenziando, a volte spostando le loro principali sedi dall'Europa a paesi dove la mano d'opera e la fiscalità è molto minore, in questo caso in Algeria. Sarà un bene?

L'Algeria "rischia" di diventare un vero e proprio hub del settore dell'automotive. La crisi dei prezzi del petrolio e la necessità di diversificare l’economia hanno spinto l’Algeria a puntare forte sul settore dell’automotive, riuscendo ad ottenere anche ottimi risultati. Dopo il Marocco, che si è sviluppato moltissimo grazie alle agevolazioni promosse dal governo per incentivare gli investimenti stranieri, l'Algeria non poteva rimanere a guardare.

Gli effetti del nuovo mercato algerino nel settore sono già evidenti. Grazie all' apertura nel novembre 2014 di un impianto di assemblaggio del gruppo Renault nella città costiera di Orano, si sono creati ben 250 posti di lavoro diretti e 500 posti di lavoro indiretti e la casa automobilistica ha assunto a giugno altri 100 dipendenti.

Tanti possono e saranno i benefici di questo sviluppo come ad esempio: nuovi posti di lavoro, sviluppo del paese, diversificazione del prodotto ecc ecc. Ma tutto questo che conseguenze potrebbe avere nelle "nostra" economia? 

 

Photogallery

Tags: mercato auto renault mercato attualità automotive

Leggi anche