News | 15 Dicembre 2017 | Autore: redazione

Volkswagen T5: istruzioni per il montaggio/smontaggio degli ammortizzatori

Online su Youtube il nuovo tutorial Meyle: i “meccanici Meyle” illustrano lo smontaggio e il montaggio degli ammortizzatori su una Volkswagen T5.

Da sempre i tutorial Meyle rappresentano un servizio all’avanguardia volto sia a facilitare il lavoro quotidiano degli autoriparatori sia a risolvere difficoltà di smontaggio/montaggio su alcuni modelli.

Nell’ultimo video, disponibile sul canale Youtube ufficiale dell’azienda, i “meccanici Meyle” spiegano come eseguire la sostituzione degli ammortizzatori su un furgone Volkswagen V, utilizzando gli ammortizzatori Meyle-Original, particolarmente resistenti all’usura. Ricordiamo che Meyle offre un assortimento di oltre 650 ammortizzatori Meyle-Original per circa 214 milioni di veicoli in Europa.
Gli ammortizzatori Meyle-Original sono particolarmente resistenti all’usura: un rivestimento protettivo applicato con un procedimento elettrochimico protegge i pistoni dalle abrasioni. Al punto che, sostiene l’azienda, “i test con nebbia salina hanno dimostrato una corrosione delle superfici dei pistoni molto inferiore rispetto a quelle di altri sette prodotti della concorrenza”.

L’azienda raccomanda di sostituire gli ammortizzatori dopo 80.000 chilometri e, come si vede nel video, spiega perché si deve assolutamente sostituire gli ammortizzatori a coppie e quali precauzioni prendere durante le riparazioni.
 

L’usura e i rischi

Gli ammortizzatori sono soggetti a un’usura continua e crescente. Le sollecitazioni, come ad esempio le buche, i terreni impervi, i carichi pesanti, la trazione di un rimorchio, ma anche gli influssi ambientali come lo sporco o il sale antigelo, ne diminuiscono la durata.
A seconda dei chilometri percorsi, l’assetto degli ammortizzatori diventa sempre più “morbido”. Le conseguenze costituiscono dei veri rischi per la sicurezza e vanno da uno spazio di frenata più lungo al calo dell’efficacia dei sistemi di assistenza elettronica ABS ed ESP, da una riduzione dell’aderenza al suolo fino ad un maggiore pericolo di aquaplaning.

 

Photogallery

Tags: ammortizzatori meyle

Leggi anche